Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Cicciolina a Perugia: "Negli scacchi trovo quello che non c'è nel sesso: una strategia". Ora un film sulla sua vita

A Cicciolina i bianchi e la prima mossa, agli sfidanti i neri: quattro partite in simultanea per la ex attrice hard, nella cornice dei giardini Moretti Caselli in pieno centro storico di Perugia.  Ampia la partecipazione della cittadinanza per un evento tanto particolare da attirare l’attenzione, fra le varie testate, anche del Times di Londra. “Negli scacchi trovo quello che non c’è nel sesso: una strategia. Ho iniziato a giocare da bambina contro mio padre, un vero maestro, e spesso vincevo io!” ha raccontato Ilona Staller, in arte Cicciolina, ex pornodiva, deputata e cantante ormai assurta a icona pop. La sessantanovenne ungherese naturalizzata italiana, eletta nel 1987 fra le file del Partito Radicale, si è definita “imbattibile” al gioco delle pedine. Così sicura di sé da accettare di buon grado il guanto di sfida dei ragazzi di Teatro Sant’Ercolano, il contenitore culturale del bookshop Edicola 518: quattro avversari pronti a infliggere uno scacco matto alla Regina. E alla fine la sfida è finita con due vittorie per Ilona, una patta e una sconfitta. “Siamo estremamente soddisfatti di aver creato dal basso un teatro fatto di persone - ha commentato il presidente di Edicola 518, Antonio Brizioli – da mesi lavoriamo all’evento di oggi, che condensa alla perfezione l’anima di questo progetto: decontestualizzare”. Gli fa eco la stessa Staller: “Il lato B di Cicciolina lo conosciamo tutti. Sono molto contenta di essere tornata in una città così amorevole e accogliente per mostrare un aspetto insolito di me”.  Fra gli sfidanti anche Dario Mangiaracina, del gruppo musicale La Rappresentante di Lista e appassionato di scacchi, appositamente giunto a Perugia da Camaiore dove ha partecipato al Festival Gaber 2021. Da sempre un vulcano di idee, Cicciolina ha manifestato chiari progetti sul proprio futuro: “Non bisogna aspettare di morire perché la gente faccia i film su di te. Sto studiando il modo migliore per portare sullo schermo la storia della mia vita”. Lo scopo principale dell’evento è supportare Frigolandia, la micronazione fondata nel 2005 dall’artista Vincenzo Sparagna nel comune di Giano dell’Umbria e attualmente a rischio sgombero.  “Frigolandia fa parte della storia italiana – ha detto Cicciolina – con Vincenzo siamo amici da moltissimi anni, mi ha sempre dato spazio nelle sue riviste”. Sparagna, che ha presenziato all’evento, è fra i fondatori dello storico magazine Frigidaire, un vero fenomeno di culto negli anni ’80 e ’90. Una cover della rivista, nel 1985, era stata dedicata proprio alla Staller.