Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Presidenzialismo, Pd dice no a Casellati: "Non risolve problemi"

Roma, 25 gen. (askanews) - Il Pd dice no a Elisabetta Casellati sul presidenzialismo. Una delegazione dei democratici ha incontrato la ministra per le riforme istituzionali per fare il punto sul progetto di riforme istituzionali che sta preparando il governo. Casellati, viene riferito, durante le quasi due ore di colloquio ha prospettato l'elezione diretta del presidente della Repubblica - sul modello francese o su quello americano - o, in alternativa, l'elezione diretta del primo ministro.

"Siamo contrari a qualunque iniziativa che possa eliminare o stravolgere queste funzioni di garanzia, che nel nostro sistema parlamentare per noi sono fondamentali. Allo stesso tempo - ha affermato la capogruppo del Pd alla Camera, Debora Serracchiani - abbiamo detto alla ministra che se l'obiettivo è raggiungere una maggiore stabilità dei governi allora ci sono altre riforme per raggiungere questo obiettivo sono altre. Abbiamo fatto delle proposte concrete, che pur non prevedendo l'elezione diretta del presidente del Consiglio dei Ministri, ad esempio, garantiscono comunque una stabilità del governo, abbiamo fatto delle proposte su modelli che già esistono".

"Dicevamo solo che sono strumenti per rafforzare il nostro sistema di democrazia parlamentare", ha aggiunto la capogruppo del Pd al Senato, Simona Malpezzi. Il senatore dem Andrea Giorgis, quindi, ha chiarito: "Abbiamo però sottolineato con molta chiarezza che a nostro avviso l'elezione diretta del presidente della Repubblica o del presidente del Consiglio non risolve nessuno dei problemi della nostra democrazia, al contrario rischia di acuirli".