Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

I 70 anni di Elettronica Spa, guardando al futuro del mondo

Roma, 13 ott. (askanews) - Una storia fatta di futuro. È il claim che Elettronica Spa ha scelto per celebrare 70 anni di attività. Nella suggestiva cornice del Laboratorio di scenografia del Teatro dell'Opera di Roma, l'azienda italiana, leader nel settore delle difesa elettronica, passata in questi 70 anni dai 25 dipendenti degli inizi agli oltre 1000 di oggi, ha invitato personalità della politica, dell'economia, della scienza a confrontarsi sul futuro. Futuro a cui Elettronica, guidata dal capofamiglia Enzo Benigni, presidente e ad, e dai figli Domitilla - direttore generale e co-ceo - e Lorenzo - senior vice president con delega alle Relazioni Istituzionali, guarda da sempre con attenzione, a caccia di segnali premonitori dei possibili scenari, per giocare d'anticipo e continuare a essere protagonista nel dominio dello spettro elettromagnetico come spiega il presidente di ELT Enzo Benigni: "A parte l'aspetto tecnologico, ingegneristico c'è un futuro di come sarà l'Europa, come sarà il mondo, come saranno le alleanze. Noi siamo imprenditori, non siamo politici, non vogliamo parlare di politica, non ci interessa. Noi dobbiamo far crescere le aziende, creare dei posti di lavoro, a tutti i costi. Noi dobbiamo interpretare, naturalmente chi meglio interpreta più ha ritorni. Noi rimarremo nella nicchia. L'errore più grande sarebbe mettersi in testa di poter andare verso altri settori. Bisogna dare per scontato che il cyberspazio è entrato ovunque. Noi abbiamo fatto un'altra azienda che si chiama Cy4Gate che si occupa esclusivamente di cyber security e di cyber resilience. Oggi il mondo cyber fa parte di qualsiasi cosa".

Lo scenario dunque è cambiato. I conflitti a cui dobbiamo prepararci - evidenzia Domitilla Benigni - sono silenziosi e invisibili: "Sicuramente c'è un passaggio dalla difesa alla sicurezza. Il mondo militare e quello civile che prima erano distinti nell'ambito della difesa oggi si stanno compenetrando perché le minacce cyber sono anche per la popolazione. Quindi direi che il dominio cyber è quello che ingloba tutti gli altri domini, terrestre, navale, avionico, spaziale. E' un dominio che deve essere affrontato con molta tecnologia, molto studio, molta ricerca. Sicuramente è una delle minacce del futuro. Noi come Elettronica abbiamo fondato un'azienda Cy4Gate cinque anni fa che adesso è anche quotata all'IPO quindi ha avuto un ottimo successo e devo dire che, ahimè, quello che avevamo pensato 5 anni fa si sta avverando. Ritorna un po' questa caratteristica di Elettronica di pensare sempre con 5-10 anni in avanti a quali possono essere le minacce e fare di tutto per contrastarle e aiutare tutti, militari e civili".

Per interpretare il presente e giocare d'anticipo aggiunge il direttore generale e co-ceo di Elettronica bisogna studiare, capire, investire: "La ricerca è sempre la base di tutti i nostri ragionamenti. Ma non solo la ricerca tecnologica che è quella che ci guida nella roadmap dei prodotti, delle tecnologie, delle soluzioni. Elettronica investe una quindicina di milioni l'anno di investimenti propri più, all'interno dei programmi europei, ci sono sempre delle quote di sviluppo. Direi però che per poter prevedere le minacce del futuro bisogna anche osservare molto e studiare i movimenti tra i vari Paesi e quindi non solo avere un occhio sulla tecnologia ma anche su quelle che sono le evoluzioni delle situazioni fra i vari Paesi".