Coronavirus, Arcuri: non siamo vicini al "liberi tutti"

"Stiamo attenti agli insensati ottimisti e ai pericolosi miraggi"

07.04.2020 - 17:30

0

Roma, 7 apr. (askanews) - C'è ottimismo, ma anche sana cautela, nelle parole del commissario per l'emergenza coronavirus, Domenico Arcuri, nella conferenza stampa alla Protezione civile.

"Stiamo attenti alle illusioni ottiche, agli insensati ottimismi e ai pericolosi miraggi: non siamo a pochi passi dall'uscita dell'emergenza o da una ipotetica 'ora X' che ci riporterà con un battito di ciglia alla situazione di prima. Nulla è più sbagliato che immaginare un imminente 'liberi tutti', dove ciascuno torna alle vecchie abitudini: è vero esattamente il contrario".

Numeri che sembrano far ben sperare: "Il bollettino della sofferenza anche ieri contiene dati che evidenziano una prima parziale inversione di tendenza nella diffusione del contagio. Dopo settimane di duri sacrifici - ha spiegato - è certamente una boccata d'ossigeno: non c'è alcun dubbio sull'esito finale della battaglia che stiamo conducendo. Noi, gli umani, siamo molto più forti di questo maledetto virus".

Ma l'invito di Arcuri è di tenere ben a mente il numero dei morti. Ed evitare di fare sbagli: "Faccio molta fatica però a gioire - ha proseguito - perché continuiamo a registrare molti decessi. Nessun algoritmo o tendenza può cancellare il dolore per la perdita di amici e familiari: e il numero di chi perderà la vita a causa del coronavirus purtroppo crescerà. Non bisogna dimenticare mai, nemmeno per un istante, che questo virus a ieri si è portato con sé 16.523 vite umane. Vi supplico ancora: nei prossimi giorni non cancellate mai questo numero dalla vostra memoria".

Infine, l'invito a continuare a restare a casa anche per le festività di Pasqua: "È fondamentale, nel periodo pasquale, rispettare rigorosamente il distanziamento sociale e le misure di prevenzione. Non commettiamo errori nei prossimi giorni: saranno fondamentali".

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

La piccola chef che rallegra i birmani durante il lockdown

La piccola chef che rallegra i birmani durante il lockdown

Yangon, 1 giu. (askanews) - Dalla zuppa di pesce gatto alle rane fritte piccanti, le lezioni di cucina di un bimba di 8 anni in pigiama e cappello da chef fanno divertire i birmani, ancora oggi costretti a rimanere a casa per il lockdown a causa dell'emergenza sanitaria. Nascosti sotto la cuffia lunghi capelli neri, Moe Myint May Thu, in arte "Piccola chef": "Sono piccola Chef, o Moe Myint May ...

 
Crollo a Napoli, 2 operai morti e altre 2 persone estratte vive

Crollo a Napoli, 2 operai morti e altre 2 persone estratte vive

Napoli, 1 giu. (askanews) - Due operai morti; un italiano e un cittadino extracomunitario e altri due, cittadini nordafricani, estratti vivi dalle macerie. È il bilancio, ancora non definitivo, di una frana che ha interessato una palazzina avvenuta intorno alle 12.30 di lunedì primo giugno 2020, nel quartiere Pianura di Napoli. L'incidente è accaduto tra via Archimede e via Caianiello, un dedalo ...

 
IL CORONAVIRUS NEL MONDO: 1 GIUGNO

IL CORONAVIRUS NEL MONDO: 1 GIUGNO

Milano, 1 giu. (askanews) - Le immagini dell'emergenza Covid-19 nel mondo il primo giugno. TURCHIA Dopo oltre due mesi di lockdown riapre il Grande Bazar di Istanbul. Il mercato coperto della metropoli turca è una delle attrazioni turistiche più visitate dagli stranieri ma è anche frequentatissimo dai residenti. Alla presenza del governatore di Istanbul Ali Yerlikaya, con tanto di assembramento ...

 
"Stop Racism", intitolata a George Floyd l'ultima opera di TvBoy

"Stop Racism", intitolata a George Floyd l'ultima opera di TvBoy

Barcellona, 1 giu. (askanews) - S'intitola "Stop Racism" ed è dedicata alla memoria di George Floyd, il cittadino afroamericano bloccato e soffocato fino alla morte da 3 agenti di polizia a Minneapolis, negli Stati Uniti, l'ultima opera dello street artist italiano TvBoy, installata nelle vicinanze del Born, Center of Culture & Memory di Barcellona, in Spagna.

 
Stasera in tv 1 giugno 2020: programmi e film, cosa vedere. Da Dunkirk a Il Giovane Montalbano fino a Brignano

Televisione

Stasera in tv 1 giugno 2020: programmi e film, cosa vedere. Da Dunkirk a Il Giovane Montalbano fino a Brignano

Prima serata tv, quella di oggi primo giugno 2020, con una serie di programmi e film di primo piano nell'offerta dei palinsesti. Su Rai1 la replica de "La prima indagine di ...

01.06.2020

Mara Venier racconta la caduta dalle scale di casa: "Ho battuto anche la testa". Frattura al piede

Televisione

Mara Venier racconta la caduta dalle scale di casa: "Ho battuto anche la testa". Frattura al piede

Mara Venier è caduta dalle scale e domenica 31 maggio 2020 ha condotto Domenica In con la fasciatura al piede sinistro, poi risultato fratturato e che è stato ingessato. Oggi ...

01.06.2020

Gianna Nannini e Italia 90: "L’abbraccio a Diego Maradona… Sua figlia si chiama Giannina in mio onore"

Il titolo de La Nacion, il quotidiano argentino che ha intervistato Gianna Nannini

L'INTERVISTA

Gianna Nannini e Italia 90: "La figlia di Maradona si chiama Giannina... per me"

Trent'anni fa si disputò il Mondiale di calcio in Italia nel 1990, vinse la Germania ma la partita tra Italia e Argentina, in semifinale, passò alla storia con Napoli e il ...

01.06.2020