Per Mosca più spiragli per ripartire con Kiev e anche con l'Ue

Fattore Zelensky e i 30 anni Muro fanno sperare in una primavera

02.11.2019 - 17:00

0

Mosca, 2 nov. (askanews) - La situazione tra la Russia e l'Ucraina con la venuta di Volodomyr Zelensky, presidente ucraino, è cambiata realmente e Mosca non lo nasconde. Ultimo in ordine di tempo a sottolinearlo senza misteri è stato Sergey Lavrov in una conferenza stampa congiunta a Mosca con il segretario generale dell'Osce (Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa) Thomas Greminger. Il ministro degli Esteri russo non ha mancato di sottolineare il mutamento da quando c'era Petro Poroshenko in sella a Kiev ad adesso. "Noi ci dirigiamo verso la direzione giusta" ha dichiarato Lavrov, senza tuttavia dimenticare che i punti critici sono ancora fin troppi e che la statistica su chi inizia le provocazioni "non è a favore delle forze ucraine". E le parole del ministro impongono una riflessione.

Il plauso in direzione di Zelensky era già arrivato dal Cremlino. All'inizio di ottobre Vladimir Putin aveva detto chiaramente che il collega ucraino "vuole risolvere il conflitto nel Donbass" e "se lo farà, si confermerà un politico onesto e coraggioso". Ma la parte complessa oggi più che mai appare una soluzione per il Sud-Est ucraino, che se ha ragione Putin quando dice che "la gente la chiede", tuttavia nella pratica sembra molto difficile da realizzare.

Sicuramente servono spazi di riflessione e momenti di confronto. L'incontro Lavrov - Greminger, ad esempio, è durato per oltre un'ora e mezza, in una Mosca già congelata da un inverno improvviso e paradossalmente inatteso, eppure i rapporti con l'ex repubblica sorella sembrano quasi sognare una nuova primavera. Non soltanto per raddrizzare quel ponte storico con Kiev rotto dal 2014, ma anche per ristabilire le relazioni con la Ue, deteriorate a lungo, in primis a causa della crisi ucraina e dei complessi legami tra la Russia e i Paesi dell'ex patto di Varsavia.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Coronavirus, Vaia (Spallanzani): “Donna di Fiumicino positiva insieme a un figlio e al marito”

Coronavirus, Vaia (Spallanzani): “Donna di Fiumicino positiva insieme a un figlio e al marito”

(Agenzia Vista) Roma, 29 febbraio 2020 Coronavirus, Vaia (Spallanzani): “Donna di Fiumicino positiva insieme a un figlio e al marito” “Donna di Fiumicino positiva insieme a un figlio e al marito” queste le parole del Direttore Sanitario dello Spallanzani, Francesco Vaia, durante il consueto bollettino di aggiornamento sullo stato di salute dei pazienti ricoverati presso l’Istituto Fonte: Agenzia ...

 
Coronavirus, Vaia (Spallanzani): “Donna di Fiumicino positiva insieme a un figlio e al marito”

Coronavirus, Vaia (Spallanzani): “Donna di Fiumicino positiva insieme a un figlio e al marito”

(Agenzia Vista) Roma, 29 febbraio 2020 Coronavirus, Vaia (Spallanzani): “Donna di Fiumicino positiva insieme a un figlio e al marito” “Donna di Fiumicino positiva insieme a un figlio e al marito” queste le parole del Direttore Sanitario dello Spallanzani, Francesco Vaia, durante il consueto bollettino di aggiornamento sullo stato di salute dei pazienti ricoverati presso l’Istituto Fonte: Agenzia ...

 
Federica Brignone seconda a Latuille e sempre più leader in Coppa del Mondo Video
SCI

Federica Brignone seconda a Latuille e sempre più leader in Coppa del Mondo Video

Coppa del mondo di sci sempre più nelle mani di Federica Brignone. L'azzurra ha centrato l'ennesimo podio e consolida la prima posizione nella classifica generale. A La Thuile (Aosta) l'azzurra ha conquistato il secondo posto. Vittoria sfiorata per un solo centesimo. Il successo, il primo in carriera, è andato all’austriaca Nina Ortlieb in 1’11"72. Completa il podio la svizzera Corinne Suter, ...

 
Francia, premio César a Polanski: le star lasciano cerimonia

Francia, premio César a Polanski: le star lasciano cerimonia

Parigi, 29 feb. (askanews) - Polemica e proteste alla 45esima edizione dei premi César, gli Oscar francesi del cinema per il riconoscimento come miglior regista conferito a Roman Polanski, leggenda del cinema condannato negli Stati uniti per lo stupro di una tredicenne nel 1977. Anche alcune star hanno lasciato la cerimonia per il riconoscimento al regista di "L'ufficiale e la spia" (in francese ...

 
Verissimo, le anticipazioni puntata di oggi sabato 29 febbraio: Barbara d'Urso, Elodie e tante altre donne

Televisione

Verissimo, le anticipazioni puntata di oggi sabato 29 febbraio: Barbara d'Urso, Elodie e tante altre donne

Atteso appuntamento di Verissimo, oggi sabato 29 febbraio.  Torna con una puntata a partire dalle ore 16 e al centro c'è l'emergenza Coronavirus. Silvia Toffanin, padrona di ...

29.02.2020

Domenica In, ospiti di Mara Venier e anticipazioni puntata del primo marzo 2020. Adriano Celentano inedito

Televisione

Domenica In, ospiti di Mara Venier e anticipazioni puntata del primo marzo 2020. Adriano Celentano inedito

Attesa per la puntata di Domenica In di domenica primo marzo 2020. E' la puntata numero 25 e comincerà alle ore 14 con la conduzione di Mara Venier. Per approfondire leggi ...

29.02.2020

Coronavirus, governatrice Donatella Tesei su Festival del giornalismo di Perugia annullato: "Scelta giusta"

Epidemia

Coronavirus, governatrice Donatella Tesei su Festival del giornalismo di Perugia annullato: "Scelta giusta"

“La decisione complessa, sofferta e sicuramente dolorosa da parte degli organizzatori del Festival internazionale del Giornalismo di annullare l’edizione 2020, non va letta ...

29.02.2020