Chirurgia da remoto: IIT e Vodafone portano la Sanità nel futuro

Utilizzo del 5G: i risultati del Biomedical Robotics Laboratory

11.10.2019 - 17:30

0

Milano, 11 ott. (askanews) - Intervenire chirurgicamente su un paziente a distanza di chilometri: una ipotesi impossibile ancora solo due anni fa, ma ora sempre più attuale e concreta. IIT ha partecipato alla sperimentazione che Vodafone sta svolgendo a Milano sulla applicazione del 5G contribuendo con la messa a punto delle tecnologie per la Sanità da remoto: una attività che ha visto impegnati i ricercatori del Biomedical Robotics Laboratory di IIT e i cui risultati sono stati presentati - insieme ad altre sperimentazioni - nel corso di una giornata al Vodafone Village.

"Il 5G oggi, e in futuro sempre di più, ci permette di ridurre, anzi, di annullare le distanze fisiche mettendoci in uno stesso unico posto dal punto di vista digitale. Quindi l'operatore, o nel caso del nostro robot chirurgico, o l'intelligenza artificiale che guida il robot nel caso del nostro robot assistito, non devono essere più nello stesso posto dove è presente il robot che esegue - spiega Gian Marco Montanari, direttore generale dell'Istituto Italiano di Tecnologia - Questo ci permette di raggiungere delle grandi economie di scala e di scopo; e in un'epoca dove si parla tanto di sostenibilità ci permette anche di ridurre decisamente gli spostamenti: e non c'è niente di più sostenibile".

Nel corso della presentazione IIT ha eseguito in collaborazione con l'Ospedale San Raffaele il primo intervento in Italia di chirurgia da remoto su rete 5G su un modello artificiale di laringe. "La tecnologia è già a un punto di maturazione molto alto - dice Leonardo de Mattos del Biomedical Robotics Laboratory di IIT - E già possiamo pensare sia al trasferimento a un'azienda sia alla creazione di start up. Gli strumenti oggi si sono comportati benissimo quindi abbiamo avuto anche una prova di affidabilità e robustezza del sistema. Siamo molti contenti e l'esperienza di oggi ci dà ancora una spinta verso un trasferimento tecnologico per l'utilizzo clinico e per migliorare la qualità di vita delle persone" .

Il lavoro svolto da IIT e Vodafone sono l'esempio di come lo sviluppo sempre più rapido della tecnologia è reso possibile solo da un nuovo modello di cooperazione e collaborazione tra realtà profondamente diverse.

"Abbiamo imparato che la cosa più importante è che per realizzare la grande potenzialità in termini di trasformazione che 5G ha su tutti i settori e anche sulla Sanità bisogna lavorare in modo molto diverso - conferma Sabrina Maggioni direttore Programma 5G Vodafone Italia - bisogna collaborare, avviare tavoli con dinamiche che non sono quelle tradizionali, bisogna co-creare e bisogna mettere funzionalmente al tavolo tutte le competenze. La seconda cosa che abbiamo imparato è che per riuscire a dare una risposta vera bisogna partire dalla persona, bisogna partire dal paziente, bisogna partire dal singolo e tornare indietro disegnare le nuove soluzioni".

"Le collaborazioni tra aziende e istituti che fanno mestieri diversi è fondamentale - conclude Montanari - perché bisogna fare sistema per produrre un servizio, un prodotto, che alla fine è frutto di tante scienze. Noi ci mettiamo la tecnologia Vodafone ci mette il trasporto e l'archiviazione dei dati, le cliniche con cui abbiamo sperimentato i nostri robot ci mettono i pazienti e il saper fare la chirurgia e all'assistenza".

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Renzi alla Leopolda cita Aldo Moro e chiude sulle note di Tommaso Paradiso: "Non avere paura"

Renzi alla Leopolda cita Aldo Moro e chiude sulle note di Tommaso Paradiso: "Non avere paura"

(Agenzia Vista) Firenze, 20 ottobre 2019 Renzi alla Leopolda cita Aldo Moro e chiude sulle note di Tommaso Paradiso: "Non avere paura" Matteo Renzi interviene sul palco della Leopolda 10: "Se vogliamo essere presenti, diceva Aldo Moro, dobbiamo essere per le cose che nascono anche se hanno contorni incerti, e non per le cose che muoiono, anche se vistose e in apparenza utilissime" Fonte: Agenzia ...

 
Di Maio e l'inglese, prova superata

Di Maio e l'inglese, prova superata

(Agenzia Vista) Washington, 20 ottobre 2019 Di Maio e l'inglese, prova superata Il ministro degli Esteri, Luigi di Maio, a Washington interviene in inglese al convegno 'Un futuro comune: Stati Uniti e Italia', organizzato dal Consiglio per le relazioni tra Italia e Stati Uniti / fonte FB. Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

 
Sculture a tema, le quattro opere  realizzate

Eurochocolate

Sculture a tema, le quattro opere realizzate

Un grande grifo con un bottone tra gli artigli è la monumentale scultura realizzata da Stefano Chiacchella. Un bottone che diventa rosone nell’opera di Massimo Arzilli o che ...

20.10.2019

Traffico rivoluzionatoper don Matteo

Spoleto

Traffico rivoluzionato
per don Matteo

Ultime due settimane di permanenza a Spoleto per il cast di Don Matteo 12. Le riprese nella città del Festival, che in questi giorni di metà ottobre sta ospitando numerosi ...

19.10.2019

Lorenzo Rinaldi ai "live": il sogno continua

su sky

Il ternano Lorenzo Rinaldi ai "live" di X Factor

Lorenzo Rinaldi, il 19enne ternano in lizza a X Factor, il talent più popolare della tv italiana, su Sky, è tra i 12 finalisti. Il giudice della sua categoria, Malika Ayane, ...

18.10.2019