Migliaia in piazza per festa Catalogna, ma indipendentisti divisi

Forte calo partecipazione a marcia indipendentista della Diada

12.09.2019 - 10:30

0

Barcellona, 11 set. (askanews) - Una festa colorata e pacifica ma meno partecipata del solito. Circa 600.000 persone sono scese in piazza a Barcellona per la grande manifestazione annuale degli indipendentisti catalani. Si tratta della più bassa partecipazione dalla prima grande mobilitazione indipendentista del 2012 per il giorno della "Diada", la festa della Catalogna che commemora la caduta di Barcellona nel 1714 per mano delle truppe borboniche di Filippo V di Spagna. Solo l'anno scorso un milione di militanti aveva marciato per la capitale catalana in occasione della "Diada".

Questo netto calo della partecipazione è un brutto colpo per gli indipendentisti, che volevano manifestare la loro forza di mobilitazione prima della sentenza attesa in ottobre contro i dodici dirigenti indipendentisti processati per il loro ruolo nel tentativo di secessione del 2017. "Il morale è un po' più basso rispetto agli anni scorsi quando le strade erano piene, oggi non è stato così. Credo sia colpa della repressione dello stato spagnolo contro tutti i catalani" dice un manifestante.

Il movimento indipendentista si è presentato diviso, se non addirittura lacerato al suo interno e la piazza non ha perdonato.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Conte: “Sospendere Schengen non è assolutamente perseguibile”

Conte: “Sospendere Schengen non è assolutamente perseguibile”

(Agenzia Vista) Roma, 24 febbraio 2020 Conte: “Sospendere Schengen non è assolutamente perseguibile” “Sospendere Schengen non è assolutamente perseguibile”. Così ha risposto alle domande dei giornalisti il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte all’arrivo alla Protezione Civile di Roma. Il presidente è giunto alla sede della Protezione Civile per un tavolo di confronto con Angelo Borrelli Fonte: ...

 
Coronavirus, Salvini: "È brutto dire «l'avevamo detto», chi ha sbagliato paghi"

Coronavirus, Salvini: "È brutto dire «l'avevamo detto», chi ha sbagliato paghi"

(Agenzia Vista) Roma, 24 febbraio 2020 Coronavirus, Salvini: "È brutto dire «l'avevamo detto», chi ha sbagliato paghi" Il leader della Lega Matteo Salvini su Facebook: "Aiuti economici immediati a famiglie e imprese colpite dal virus e dalla chiusura delle attività. Mentre PD e 5 Stelle impegnano il Parlamento a discutere di intercettazioni, la Lega raccoglie l’appello di migliaia di produttori ...

 
Grande Fratello Vip, Alfonso Signorini infrangerà una regola del reality e farà una comunicazione nella casa

Televisione

Grande Fratello Vip, Alfonso Signorini infrangerà una regola del reality e farà una comunicazione nella casa

Novità questa sera nella puntata del Grande Fratello Vip (leggi qui le anticipazioni). La produzione del reality di Canale 5 ha infatti deciso di infrangere una delle regole ...

24.02.2020

Video Elettra Lamborghini, 10 milioni di visualizzazioni per la canzone Musica (e il resto scompare)

Musica

Video Elettra Lamborghini, 10 milioni di visualizzazioni per la canzone Musica (e il resto scompare)

Elettra Lamborghini, 10 milioni. Non di euro, ma per ora di visualizzazioni. Sono quelle ottenute dalla canzone che l'ereditiera ha presentato sul palco dell'Ariston alla ...

24.02.2020

Pechino Express 2020 torna martedì 25 febbraio, anticipazioni: 8 le coppie in gara, fra due saranno scintille

In tv

Pechino Express 2020 torna martedì 25 febbraio, anticipazioni: 8 le coppie in gara, fra due saranno scintille

Pechino Express 2020, martedì 25 febbraio la terza puntata del programma condotto da Costantino della Gherardesca in onda in prima serata su Rai 2. Sono otto le coppie ...

24.02.2020