Musica

Video Festival di Sanremo, Achille Lauro è il vincitore morale? Va bene così, è nella scia dei grandi

09.02.2020 - 17:54

0

E' Achille Lauro il vincitore morale della settantesima edizione del Festival di Sanremo? Forse. Ne è convinta buona parte della critica, ma anche sui social l'eccentrico cantautore, nato a Verona e cresciuto a Roma, miete consensi per come ha interpretato i frenetici giorni sanremesi. Perché Lauro De Marinis, questo il suo vero nome, sul palco non ha portato un semplice pezzo, pur bello e che ascolteremo fino alla noia sulle radio di tutto il Paese, ma anche teatralità e messaggi forti, inizialmente recepiti un po' a fatica dal compassato pubblico dell'Ariston che però man mano è cresciuto, come il brano Me ne frego, e alla fine probabilmente avrebbe voluto la canzone tra le primissime, visto che ha accolto con bordate di fischi la lettura della classifica che ha decretato l’ottavo posto, dietro a interpretazioni che saranno dimenticate nel giro di qualche mese. Achille Lauro no. Questo suo secondo Sanremo segna l'altra mezza svolta della carriera, dopo quella della partecipazione 2019, quando si presentò con l'irriverente Rolls Royce.

Il cantautore l'aveva detto dopo la giornata di martedì, quando aveva fatto gridare allo scandalo togliendosi la tunica bordata d'oro con cui si era presentato in scena e rimanendo vestito con una tutina striminzita, attillata e semitrasparente. "E solo la prima di quattro performance molto particolari. Le sorprese sono appena cominciate", aveva dichiarato. Alla spoliazione di San Francesco è seguito il ritorno sulle scene di Ziggy Stardust e sono bastati pochi secondi per capire che non si trattava di un atto di presunzione, coltivato paragonandosi a David Bowie, ma dell'omaggio a un artista che ha condizionato per decenni la storia della musica e in parte anche quella della società, soprattutto inglese.

Interpretare la marchesa Luisa Casati Stampa è stata probabilmente la scelta più ambiziosa, quella che ha spinto migliaia di italiani ad andare a cercare su google chi era la nobildonna, insofferente alle regole, musa ispiratrice di decine di artisti, scandalosa amante di Gabriele D'Annunzio: un vero e proprio simbolo di libertà. C'era una immensa attesa per la serata conclusiva e quando Achille Lauro è spuntato in cima alla scalinata, vestito da Elisabetta I Tudor, il messaggio è stato chiaro. E' la regina Vergine, quella della libertà personale assoluta, capace di regnare quasi 45 anni resistendo alle pressioni maschili, agli obblighi regali del matrimonio e del concepimento di un erede. Non a caso sul suo profilo Instagram il cantautore scrive "Vergine sposa della patria, del popolo, dell'arte e difensore della libertà. Che Dio ci benedica". E il bacio al chitarrista Boss Doms, un'altra trovata teatrale tra due vecchi amici entrambi sentimentalmente legati a ragazze, simboleggia il gesto sferzante di una donna (la regina) che ama chi vuole, senza obblighi, senza costrizioni. Nell'epoca di un femminicidio a settimana, è un messaggio inequivocabile.

Achille Lauro ha dato vita ad uno show tutto suo dentro uno show collettivo. E le performance di scena non devono far passare in secondo piano il pezzo. Me ne frego - che non ha alcun legame con lo slogan che fu - è un inno a vivere la vita a pieno, senza timori, senza barriere, senza compromessi, senza steccati, senza dimenticare che tutto in fondo gira intorno all'amore: "St'amore è panna montata al veleno. Ne voglio ancora". Un brano in cui domina il rock, ma che non fa a meno dell'electrodance; che ricorda i ritmi degli anni finali del secolo scorso, riletti con efficacia e intensità. Insomma un bel brano, destinato a diventare uno dei punti di riferimento della produzione dell'artista, così come è stato per Rolls Royce o per l'ancora più bella C'est la vie. Dunque torniamo all'inizio. Achille Lauro vincitore morale del Festival? No, va bene così. Anzi va meglio. La storia di Sanremo è punteggiata di artisti che hanno partecipato senza vincere, diventando poi stelle di storica grandezza della musica italiana: Luigi Tenco e Vasco Rossi, due nomi su tutti. Ovviamente per ora il paragone è irriverente. Ma la direzione è giusta. E solo il tempo saprà dirci se Achille Lauro è in grado di seguirla.

Giuseppe Silvestri

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Coronavirus, Cina accusa di razzismo Usa: non siamo tutti malati

Coronavirus, Cina accusa di razzismo Usa: non siamo tutti malati

Los Angeles, 19 feb. (askanews) - Con il coronavirus Covid-19 anche la diplomazia inizia ad avere altri motivi di attrito e il difficile equilibrio inizia a scricchiolare. Sui complicati rapporti tra Pechino e Washington si aggiunge un dossier prettamente mediatico, nel quale la Cina lamenta un trattamento razzista da parte della stampa (e non solo) a stelle e strisce. La comunità asiatica di Los ...

 
UniSalute-Nomisma: per un italiano su tre dieta sana e sport

UniSalute-Nomisma: per un italiano su tre dieta sana e sport

Milano, 19 feb. (askanews) - Un italiano su tre adotta uno stile di vita sano, mangia bene e si tiene in movimento. E' quanto emerge da un'analisi dell'Osservatorio prevenzione e salute di UniSalute curato da Nomisma. Secondo l'indagine, il 32% degli italiani si dimostra attento alla prevenzione e in generale è più portato a sottoporsi in maniera regolare a controlli e visite mediche. Giovanna ...

 
Spazio, lanciato il razzo Ariane 5: a bordo 2 satelliti asiatici

Spazio, lanciato il razzo Ariane 5: a bordo 2 satelliti asiatici

Houston, 19 feb. (askanews) - Il razzo Ariane 5 di Arianespace è stato lanciato con successo dallo Spazioporto eropeo di Kourou, in Guyana francese nella notte di martedì 18 febbraio 2020. A bordo due satelliti: il JCSAT-17 dell'operatore giapponese SKY Perfect JSAT Corporation e il GEO-KOMPSAT-2B del Korea Aerospace Research Institute (KARI); entrambi serviranno per supportare la connettività e ...

 
Bolsonaro contro la giornalista: voleva scoop in cambio di sesso

Bolsonaro contro la giornalista: voleva scoop in cambio di sesso

Brasilia, 19 feb. (askanews) - Giornalista cercava informazioni in cambio di sesso: è l'accusa del presidente brasiliano Jair Bolsonaro nei confronti di Patricia Campos Mello, del giornale Folha de S.Paulo, dopo la sua inchiesta riguardante le fake news diffuse da un'azienda di marketing digitale durante la campagna elettorale del 2018. In un video postato sui social, Bolsonaro ha così accusato ...

 
Laura Chiatti, l'amore cosmico tra lei e l'ex Francesco Arco: le dichiarazioni social

Grande e piccolo schermo

Laura Chiatti, l'amore cosmico tra lei e l'ex Francesco Arco: le dichiarazioni social

L'amicizia/amore tra Laura Chiatti e il suo ex Francesco Arca non cessa di far parlare. In un'intervista rilasciata a un periodico nazionale, Francesco Arca parla di amore ...

19.02.2020

Video Samanta Togni pazza di felicità in viaggio di nozze in Lapponia, guida la slitta trainata dai cani

Social

Video Samanta Togni pazza di felicità in viaggio di nozze in Lapponia, guida la slitta trainata dai cani

"Da Terni alla Lapponia è un attimo". Lo scrive Samanta Togni, star di Ballando con le stelle, pubblicando sul suo profilo Instagram un video in cui è alla guida di una ...

19.02.2020

Elettra Lamborghini, risveglio con sorpresa: prova a cantare Musica e il resto scompare ma non ci riesce VIDEO

Social

Elettra Lamborghini, risveglio con sorpresa: prova a cantare Musica e il resto scompare ma non ci riesce VIDEO

Elettra Lamborghini, nuovo siparietto social per la bella ereditiera. Elettra dà sempre il "buongiorno" ai suoi follower su Instagram stories e questa mattina c'è stato un ...

19.02.2020