Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Berlusconi, il video: "Putin voleva sostituire governo Zelensky con persone perbene". Poi la rettifica, "riferivo pensiero di altri"

"Putin voleva sostituire Zelensky con un governo di persone perbene". Questa frase pronunciata da Silvio Berlusconi - ospite di ieri dello speciale Porta a porta in vista delle elezioni - ha fatto scalpore e generato un'onda di polemiche che hanno spinto, oggi, il leader di Forza Italia a fare una precisazione. "Bastava vedere tutta l'intervista - e non solo una frase estrapolata, sintetica per motivi di tempo, come si sa la semplificazione a volte è errata - per capire quale sia il mio pensiero, che peraltro è noto da tempo", dice Berlusconi. "Riferivo quello che alcuni raccontano senza nessuna adesione del mio pensiero a quel racconto. Forse sono stato frainteso facevo solo il 'cronista' riferendo il pensiero di altri", spiega. "L'aggressione all'Ucraina è ingiustificabile e inaccettabile, la posizione di Forza Italia chiara e netta: non potremo mai in nessun modo e per nessuna ragione rompere la nostra partecipazione all'Unione europea e all'Alleanza atlantica", ribadisce Berlusconi. Nel frattempo la polemica è divampata. Per Letta sono dichiarazioni gravi e scandalose: "Legittima Putin". Per Calenda il presidente FI deve vergognarsi e scusarsi, mentre Salvini si trincera dietro un "non interpreto le sue parole".