Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Umbria Kinetics e la sospensione super leggera made in Foligno

Veloce, stabile, leggera: altro che moto, vi sembrerà di viaggiare a bordo di una speedy nuvola che sorvola sicura dossi e buche. Anche in due e con i bagagli. Tutto questo è ora possibile grazie ad “AirTender”, la sospensione rivoluzionaria progettata dalla Umbria Kinetics di Foligno che sarà presto distribuita in esclusiva dai concessionari ufficiali Honda. Il dispositivo, scelto dalla multinazionale giapponese per la mitica Africa Twin, è stato ideato da tre giovani umbri che sono anche i fondatori della start up folignate operativa nel settore della meccanica applicata all'automotive: Federico Giuliani, progettista meccanico; Gabriele Bellani, ingegnere aerospaziale; Riccardo Piergentili, collaudatore e giornalista. “Fino ad ora, nei sistemi di sospensione tradizionali, i progettisti si sono trovati davanti ad un bivio: scegliere tra comfort e performance. Noi invece, con AirTender, abbiamo trovato il giusto compromesso tra comodità, garantita da una molla morbida, e prestazioni assicurate da una molla rigida, al di là del carico e delle condizioni della strada”, spiega Federico Giuliani mentre mostra il grafico che, tra forza e spostamento, va a formare una sorta di piuma stilizzata, diventata simbolo di AirTender. “Ogni molla deve essere dimensionata in funzione del peso che regge e ogni tipo di elasticità corrisponde ad un grafico. Con la nostra sospensione la moto è leggera come una piuma”, aggiunge Giuliani, che conclude: “Come ha sottolineato la Honda Motor Europe Italia il nostro kit, composto dall'AirTender che è l'elemento elastico e da un ammortizzatore Öhlins, sviluppato con il supporto della Andreani Group International, è facilmente intercambiabile con la sospensione originale”. L'innovativa sospensione made in Foligno - che può quindi essere installata su qualsiasi ammortizzatore, incluso il sistema ESA, o aftermarket - è composta da una molla elicoidale, più corta e rigida rispetto a quella standard e che enfatizza le doti ciclistiche della moto, e da una molla a gas abbinata ad un sistema oleodinamico che ne permette la regolazione a seconda dei vari spostamenti. “Il cuore del brevetto è un sistema multicamera ad aria e olio: l'aria, essendo in pressione, non si attiva finché non viene raggiunto sulla ruota un certo carico. All'aumentare del peso, nell'affrontare ad esempio una buca su strada, l'aria si comprime lasciando fluire l'olio che, a sua volta, rende istantaneamente la sospensione più morbida”, evidenzia Gabriele Bellani. Il risultato? Una sospensione che si adatta subito alle condizioni del terreno, che garantisce al contempo performance e comfort e che, grazie al sistema idropneumatico, è in grado di rendere ogni esperienza di guida più emozionante e sicura. “AirTender vanta due brevetti internazionali e riesce a modulare il coefficiente elastico della molla: avremo una molla rigida sulla strada liscia e una molla morbida sulle buche. Con questo sistema il setup delle sospensioni non sarà più un compromesso tra stabilità, qualità di guida e comodità”, garantisce Riccardo Piergentili. Intanto le tre menti della Umbria Kinetics continuano a sviluppare progetti: “Concludere un contratto con la Honda è per noi motivo di orgoglio ma non è un punto d'arrivo. Le regole del mercato sono dure: continueremo ad unire le nostre competenze per fare di più e meglio”, hanno assicurato. D'altronde la strada per arrivare al successo è lunga e piena di asperità, l'importante è avere la sospensione giusta al momento giusto. Cristiana Costantini