Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, Terni: Nicolò, trombettista di 15 anni, suona alla città l'Inno di Mameli dalla finestra di casa

Coronavirus costringe tutti in casa e lui, puntuale alle 18 di ogni giorno, si affaccia alla finestra per regalare qualche nota alla sua città con lo strumento che studia e ama. Si chiama Nicolò Gatti, è uno studente ternano del liceo musicale Angeloni e del conservatorio Briccialdi di Terni e la particolarità è che ha solo 15 anni. Così, come ogni giorno, anche domenica 15 marzo 2020, Nicolò si è affacciato dalla finestra della sua abitazione, nella zona del quartiere Le Grazie, e ha suonato stavolta l'Inno di Mameli, rivolgendolo idealmente alla città dell'acciaio e di San Valentino, che si scorge in lontanza illuminata da un magnifico tramonto. Ormai è un appuntamento imperdibile anche per i suoi vicini, che si affacciano e lo applaudono. I ternani anche questa prima domenica di stop assoluto hanno risposto diligentemente alla prescrizioni del decreto #restateacasa, con le strade praticamente deserte, così come alle 21 in molti hanno aderito all'appello di spegnere le luci e puntare le torcie dei telefonini verso il cielo, per poter poi realizzare la foto dell'Italia illuminata dal satellite. (Senti l'inno di Mameli suonato da Fabrizio Bosso alla finestra)