Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Beirut, gli bloccano il conto e lui entra armato in banca: "Devo curare mio padre". E la folla tifa per lui, il video

Esplora:

Un uomo armato - identificato come Bassam al-Sheikh Hussein, 42 anni - ha preso degli ostaggi nella filiale della Federal Bank of Lebanon nel quartiere di Hamra, a Beirut ovest. La richiesta è quella di sbloccare il suo conto corrente, in cui avrebbe circa 200mila dollari, attualmente congelato. Un cliente della banca che è riuscito a fuggire dall’edificio ha detto ai media locali che l’uomo stava chiedendo di ritirare 2mila dollari per pagare le spese mediche del padre ricoverato in ospedale. Suo fratello Atef, fuori dalla banca, ha detto all’Associated Press che suo fratello sarebbe stato disposto a costituirsi se la banca gli avesse dato soldi per aiutare con le spese mediche di suo padre: "Mio fratello non è un mascalzone, è un uomo perbene", ha spiegato. Nel frattempo, decine di manifestanti si sono radunati nella zona, intonando slogan contro il governo e le banche libanesi, sperando che Hussein ricevesse i suoi risparmi bloccati.