Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Strage scuola in Texas, video allenatore basket Kerr: "Basta, senatori pensano solo al potere"

Cordoglio dello sport Usa per la strage in Texas dove un ragazzo di 18 anni ha sparato su studenti e insegnanti, uccidendo 19 bambini e due insegnanti. "Sono stufo. Ne ho abbastanza". Così Steve Kerr, allenatore dei Golden State Warriors, ha parlato in conferenza stampa prima della partita contro Dallas, gara 4 delle finali di Conference Nba. "Quando faremo qualcosa? Sono stanco, sono così stanco di venire qui e fare le condoglianze alle famiglie devastate che sono là fuori. Sono stanco dei minuti di silenzio. Basta. Voglio che ogni persona qui, ogni persona che mi ascolta, pensi al proprio figlio o nipote, madre o padre, sorella, fratello. Come ti sentiresti se questo accadesse a te oggi?" ha urlato Kerr in lacrime sbattendo la mano sul tavolo, ha dichiarato il tecnico che ha esortato il Congresso a imporre controlli sull’acquisto di armi. Il padre del coach statunitense, Malcolm Kerr, che lavorava a Beirut come presidente dell’Università americana, venne assassinato nel 1984 da un militante nazionalista in Libano. Parole due quelle di Kerr che poi si è scagliato contro quei "50 senatori, indipendentemente dal’appartenenza politica, che si rifiutano di votare la richiesta di controllo dei precedenti approvata un paio di anni fa. Lo fanno per mantenere il potere e io chiedo a tutti loro se davvero mettono il desiderio di potere davanti alla vita dei nostri ragazzi, dei nostri anziani e dei nostri cittadini" ha concluso.