Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

MIlano, le intercettazioni dei trapper arrestati: "Noi spariamo addosso alla gente"

Polizia e carabinieri, coordinati dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Milano e dalla Procura per i Minorenni di Milano, hanno eseguito due ordinanze cautelari nei confronti di 11 persone, "gravemente indiziate dei reati di rissa, lesioni, rapina aggravata e porto abusivo di arma da sparo". Tra gli arrestati ci sono i trapper Baby Gang e Simba La Rue. L’operazione ha avuto origine dopo una violenta rissa che ha visto coinvolte più di dieci persone, con l’uso di armi da fuoco, la notte tra il 2 e il 3 luglio scorso in via Alessio di Tocqueville, luogo noto della movida milanese. Tutti i protagonisti della rissa sono stati identificati dalle immagini delle telecamere e intercettati grazie a una microspia installata sull'auto di Chakib Mounir, detto Malippa, 24enne di Lecco, manager dei due trapper, finito ai domiciliari nell'ambito dell'inchiesta della procura di Milano che li vede, insieme con altre 9 persone, accusate a vario titolo di rissa, lesioni, rapina aggravata e porto abusivo di arma da sparo.