Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Funerali Attanasio, ascoltata registrazione della voce dell'ambasciatore: "Viva l'Italia, un passo avanti"

 

"Viva l'Italia, sempre un passo avanti". Sono parole di Luca Attanasio, il diplomatico ucciso lunedì 22 febbraio in Congo. La sua voce è stata riprodotta durante i funerali. E' stato riascoltato un lungo messaggio in cui esprimeva soddisfazione e gioia per essere riuscito a organizzare i voli per trecento persone che volevano fuggire dall'instabilità e dalle violenze del Paese africano: "E' con orgoglio e sollievo che vi informo che siamo riusciti a far partire con due voli 300 persone, tra le quali un centinaio di italiani, che erano bloccate in Congo e preoccupate per le violenze e la malattia. Volevano lasciare il Paese", raccontava Attanasio. E ancora: "Sono distrutto, ragazzi. Tutte le nazionalità ci hanno chiamato, chiamato. Erano settimane che non dormivo perché mancavano le autorizzazioni. Stamattina, tac, sono partiti tutti, ragazzi. Siamo proprio felici. Siamo l'unico Paese ad aver permesso a qualcuno di lasciare il Congo, per questo ci hanno ringraziato tutti. Viva l'Italia, sempre un passo davanti!". La riproduzione della registrazione è stata salutata con un lungo applauso da chi ha partecipato ai funerali del diplomatico.