Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Palermo, botte e insulti agli anziani nella casa di riposo: "Ti ammazzo di legnate"

Picchiavano gli anziani, li insultavano, li costringevano a vivere in un perenne stato di terrore e non utilizzavano alcuna attenzione per cercare di evitare la diffusione del Covid 19. Arresti domiciliari per i titolari e gestori di una casa di riposo di Palermo. Sono stati i finanzieri a dare esecuzione dell'ordinanza del gip su richiesta della procura nei confronti di Maria Grazia Ingrassia, Carmelina Ingrassia, Mariano Ingrassia e Vincenza Alfano. Dovranno rispondere dei reati di maltrattamento, lesioni personali, violazioni in materia della salute e della sicurezza sui luoghi di lavoro. Il gip ha disposto il sequestro della casa di riposo I nonnini di Enza, affidata a un amministratore giudiziario per consentire la prosecuzione dell'attività. Da brividi i video delle intercettazioni ambientali. Gli anziani venivano insultati e picchiati. Pesanti gli insulti e le minacce che subivano: "Ti prendo a bastonate, t'ammazzo a legnate". E ancora: "Prostituta... devi buttare il sangue qua e devi morire", "tanto se muori che mi interessa...".