Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, video choc dagli archivi Tgr Leonardo su virus da sperimentazione cinese da pipistrelli

di Sergio Casagrande Un video trovato negli archivi di Rai Tv, inserito anche nel sito rai.it, ha scatenato l'interesse di tutti i social. Il video è tratto dalla puntata di Tgr Leonardo del 16 novembre 2015 condotta dal giornalista Daniele Cerrato e come secondo servizio presenta in scaletta un servizio dal titolo "Il rischio del supervirus" che da Cerrato viene introdotto così: "Scienziati cinesi creano un supervirus polmonare da pipistrelli e topi. Serve solo per motivi di studio. Ma sono tante le proteste: vale la pena rischiare?". Il servizio specifico -  poi andato in onda nel corso della trasmissione - lo potete vedere nel filmato che riportiamo in alto. Il servizio che viene lanciato da Cerrato è realizzato da Maurizio Menicucci. Riascoltarlo oggi, alla luce di quanto sta accadendo, è a dir poco stupefacente. Daniele Cerrato ha confermato la veridicità del servizio. Intervistato dall'Adnkronos - che ha rilanciato la notizia alle 19.22 del 25 marzo 2020 - ha spiegato che fu  frutto di "una ricerca che noi trovammo 4 anni fa su agenzie scientifiche internazionali. E allora fu fatto un pezzo. Ora per capire se c'è un nesso fra quel virus e la pandemia che sta scoppiando adesso, bisogna rivolgersi agli esperti, i genetisti. E' uscito due giorni fa uno studio sistematico delle sequenze genetiche di SARS-CoV-2 (Andersen KG et al. Nature Medicine 2020) che dimostra senza ombra di dubbio che il virus ha una origine naturale e zoonotica (da animali, ed in particolare pipistrelli e pangolini), per cui la storia del virus 'creatò in laboratorio si conferma una bufala colossale. Attenzione, quindi, a non fare collegamenti da spy story. Siano gli scienziati a dire l'ultima". In serata si è aggiunto il commento - sempre all'Adnkronos - del direttore della testata regionale Rai, Alessandro Casarin: «Il servizio del 16 novembre 2015 andato in onda nella rubrica Leonardo  della TgR è tratto da una pubblicazione della rivista Nature». Casarin, spiega: «Proprio tre giorni fa la stessa rivista ha chiarito che il virus di cui parla il servizio, creato in laboratorio, non ha alcuna relazione con il virus naturale Covid-19». Il virologo dell'Università di Milano Fabrizio Pregliasco ha invece dichiarato: «Il video in effetti fa impressione, ma già all'epoca la ricerca pubblicata su Nature Medicine fece divampare una polemica all'interno della comunità scientifica, su opportunità e rischi di questa ricerca. Ebbene, possiamo dire che quello che causa Covid-19 non è lo stesso virus dello studio del 2015, e che questo Sars-Cov-2 ha avuto un'origine naturale». «Ormai - continua Pregliasco - sono numerosi gli studi che hanno esaminato le caratteristiche genetiche del nuovo coronavirus, e tutti concordano: Sars-Cov-2 ha avuto un'origine naturale, ed è passato all'uomo dai pipistrelli», sottolinea il virologo. «Capisco che, visto oggi con i nostri occhi, quel servizio impressioni. Ma lo ribadisco: questo coronavirus ha avuto un'origine naturale».