Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

M5S nel caos dopo l'espulsione di Paragone. Litigano anche Di Battista e Di Maio: ecco le parole di fuoco

Acque sempre più agitate all'interno del M5S dopo l'espulsione del senatore Gianluigi Paragone (leggi qui). Dopo il duro messaggio del senatore silurato, che ha parlato di un movimento finito "nel nulla" (ecco il video),  e l'annuncio di un ricorso contro la decisione dei probiviri del Movimento, la questione ha investito anche Luigi Di Maio e Alessandro Di Battista, il primo a schierarsi a favore di Paragone. La sua cacciata sta infatti spaccando il Movimento: con lui si schierano e l'ex ministra Barbara Lezzi e soprattutto Alessandro Di Battista. "E' infinitamente più grillino di molti altri", ha detto l'ex deputato. Di Maio invece va all'attacco proprio dell'amico-rivale. "Non siamo un'anarchia" dice ai suoi il leader del Movimento che aggiunge, sfidando Di Battista, "servono persone che ci mettano la faccia sempre, non a giorni alterni".