Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Sir Conad, che paura: vince al tie break con Ravenna 3-2

Luca Mercadini
  • a
  • a
  • a

Alla fine vince la Sir Conad ma che fatica con Ravenna che rimonta 2 set a Perugia. Il primo si chiude sul 25-22 Perugia con la formazione di Kovac più efficiente in battuta con colpi notevoli e potenti e un ritmo velocissimo imposto alla gara. Bene anche la ricezione, anche se Ravenna non demorde. Nel secondo set il clichè non cambia di molto, la gara è equilibrata fino al 14-14, poi la Sir Conad prova la fuga, viene parzialmente ripresa, ma nei momenti topici i ragazzi di Kovac sono superiori e si aggiudicano il parziale ancora per 25-22. Cambia tutto nel terzo set con Piacenza sempre avanti fino a chiudere sul 25-21 dopo l'errore di Russel in attacco. La differenza a favore dei romagnoli la fa il muro con Zaytsev limitato per ben 4 volte, 3 nelle azioni dalla seconda linea. E così Ravenna torna in partita e nel quarto set conduce sempre le danze continuando a evitare gli attacchi dello Zar che non sembra in grande serata. Kovac si gioca la carta Buti al posto di Birarelli e il giocatore azzurro porta freschezza al centro, ma Ravenna non demorde e chiude 25-18 con un vantaggio massimo arrivato anche a 8 punti. In casa Perugia non funziona l'attacco, ma nemmeno il muro, cosa che invece va alla grande dalla parte dei romagnoli. Si va, quindi, al tie break tiratissimo con Ravenna che butta via 3 match ball e il grande carattere di Perugia che alla fine decide la sfida 18-16. Peccato perché il 3-2 finale costa alla Sir Conad il vertice della classifica, ora appannaggio della sola Lube Civitanova