Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Sirci si gode la sua Sir Safety: "La migliore di sempre"

Carlo Forciniti
  • a
  • a
  • a

Ci sono momenti in cui è giusto godersi l'attimo. Ci sono partite che valgono una stagione, senza necessariamente dover pensare a cosa riserverà il futuro. A margine della magistrale prestazione con la quale la Sir Safety Conad Perugia stende una Lube sottotono, basta guardare negli occhi il presidente, Gino Sirci, per capire appieno il senso dell'impresa. E' trascorsa più di un'ora dal momento che ha sancito il 2-0 provvisorio nella serie, ma l'eco di quanto fatto da Buti e compagni risuona ancora nelle parole del patron perugino. Cerchiamo di avvicinarlo, ma dobbiamo pagare dazio all'affetto dei tifosi (vera e propria arma in più del secondo atto della serie, erano circa 5mila al PalaEvangelisti), che lo circondano, gli chiedono di posare per una foto o più semplicemente di esprimere la sua gioia al termine di una partita da ricordare. Il presidente non si sottrae, come da par suo, ma poi lascia spazio a considerazioni forti e sentite. Parla con trasporto, Sirci, esprime le sue opinioni senza peli sulla lingua: “La gara di oggi (di martedì, ndr), la considero la più grande partita giocata dalla Sir Safety Perugia nella sua storia. Se continuiamo a giocare in questo modo possiamo diventare dei mostri, possiamo diventare invincibili anche perché abbiamo il privilegio di giocare di fronte al miglior pubblico d'Italia, quello del PalaEvangelisti che oggi (martedì,ndr) ci ha letteralmente trascinati". "Certo - prosegue Sirci nella sua analisi - un netto 3-0 era difficile da pronosticare alla vigilia ma dopo la partita di Verona la Sir è cambiata in meglio, crede molto più in se stessa". Articolo completo nel Corriere dell'Umbria di giovedì 14 aprile (CLICCA QUI)