Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Sir Safety, Grbic addio: Mestre Uriarte l'erede di Vujevic

Luca Mercadini
  • a
  • a
  • a

Primi movimenti in casa Sir Safety Perugia. Primi vagiti della nuova squadra chiamata a fare bene - come si dice in gergo - che tradotto vuol dire meglio di quella che ha appena terminato la stagione. Anche per questo Nikola Grbic non sarà più il coach di Perugia. Per questo e perché, in ogni caso, c'è l'impegno con la nazionale serba che non convince fino in fondo. L'incontro con il presidente Sirci sancirà l'addio tra le parti. Il problema ora si chiama nuovo coach. Primo nodo da sciogliere per il nuovo direttore sportivo Goran Vujevic: “Prima della conclusione dei play off credo sia impossibile. Abbiamo diversi nomi in testa, ma bisogna aspettare la conclusione della stagione”. Vujevic di nomi non ne fa, ma ne girano tanti. Da Stoytchev del Trento a Piazza, ma anche altri. La sensazione è che però ci sia altro, che in casa Sir stanno cercando faticosamente di tenere nascosto. Primo acquisto da Cuba Dal coach ai primi nomi di mercato. Il volto nuovo della stagione 2015-15 si chiama Osmani Mestre Uriarte, 20 anni, cubano. Tra i giocatori più giovani della World League, tra i migliori - dicono le statistiche - a muro. Non a caso sarà chiamato a raccogliere l'eredità niente meno che di Goran Vujevic, non a caso la Sir lo segue con attenzione da almeno 3 mesi. Ma siccome ha appena 20 anni, chissà. Idea Kubiak Ecco, allora, che nella mente e nei pensieri di Gino Sirci e del nuovo diesse, c'è sicuramente dell'altro. Si parla del polacco Michael Kubiak, 27 anni, nell'ultima stagione in forza ad Ankara. Vujevic, prime parole da ds “Parto con questa nuova avventura - dice Vujevic alla prima intervista ufficiale - con tanta voglia di fare. E' una sfida che mi intriga, affascinante, certamente difficile. Puntiamo in alto, non è semplice”. Soprattutto con Sirci che non si accontenta, facilmente: “Diciamo che in Italia ci sono squadre che vogliono vincere sempre, noi siamo una di quelle”. Il passaggio dal campo di gioco alla scrivania? “Si sta parecchio al telefono. In attesa dell'allenatore siamo operativi sul mercato dei giocatori, ma per ora ci limitiamo a evitare che qualcuno si rafforzi al posto nostro...”. La strategia di mercato? “Cerchiamo in particolare gente giovane, che possa crescere ed emergere”. Un nuovo Atanasjevic? “Magari, come lui ne vengono fuori uno ogni 5-6 anni. Sarebbe il top trovarne uno in un altro ruolo così giocano insieme. Diciamo che mi sto impegnando molto nella ricerca fuori Italia di qualche elemento che possa fare al nostro caso. Non è una ricerca facile, ma mi sono convinto di trovare alla fine il profilo che fa per noi”. Il nuovo Bino Dalle prime parole di Vujevic al nuovo ruolo di Bino Rizzuto storico ds al fianco di Gino Sirci. Sarà il general manager della Sir 2014-15. In un primo momento appariva certo il ruolo di team manager, poi il cambio di rotta e il nuovo abito più strettamente amministrativo. Kovar no Intanto, dal mercato era circolato anche il nome di Kovar (Lube), ma il crociato fa le bizze e la Sir non si fida.