L'aspettativa di vita in Italia

L'aspettativa di vita in Italia

23.01.2015 - 17:13

0

E’ da diversi anni, ormai, che il Paese è attraversato da un sentimento di sfiducia e di malessere, alimentato da notizie di cronaca a volte tragiche e corroborato da un quadro economico negativo: disoccupazione, povertà, scandali e corruzione. Gli indicatori sociali ed economici descrivono una situazione difficile, e difficile è trovare ragioni di ottimismo. Eppure, vi è un indicatore statistico che dagli anni ‘60 non cessa di inviare segnali incoraggianti: l’aspettativa (o speranza) di vita alla nascita. Non se ne parla spesso: nel palcoscenico degli indicatori la parte del leone la fanno gli altri, quelli economici: il Pil pro-capite, l’inflazione, il tasso di occupazione. Tuttavia, anche l’aspettativa di vita è un dato importante per capire il benessere di un paese, non a caso il premio Nobel Amartya Sen lo elencava fra gli indici più rilevanti. Certamente è quello che sta più “a cuore” di tutti. Limitiamoci a guardare gli ultimi 50 anni: nel 1960 l'aspettativa di vita era di soli 69, leggermente inferiore a quella registrata negli Usa, che era di quasi 70; nel 2013 un bimbo nato in Italia può sperare di vivere oltre gli 82 anni mentre un neonato americano ha un’aspettativa di vita sotto gli 80. A contribuire a questo risultato vi sono molti fattori. Il primo, forse il più importante, è la diminuzione della mortalità infantile, dovuta al miglioramento delle condizioni igieniche e sanitarie. A seguire, i progressi della medicina che hanno reso curabili malattie in precedenza fatali e la crescita del benessere economico. Tuttavia, se questo spiega la rapida crescita dell’aspettativa di vita, non basta a spiegare il perché in Italia si viva oggi mediamente più a lungo che in America, paese con un altissimo prodotto interno lordo pro-capite e dove sicuramente sono disponibili i più avanzati strumenti per la medicina. Molti studiosi hanno messo in relazione l’aspettativa di vita con la presenza di politiche sociali di un paese, ovvero di misure volte diminuire le disuguaglianze, garantendo non solo assistenza medica ai meno abbienti, ma anche l’accesso equo ad un sistema di istruzione. E’ infatti provato che, a parità di altri fattori, il livello di istruzione di un individuo ha un effetto positivo sulla salute, migliorandone le abitudini alimentari e, in generale, lo stile e il tenore di vita. Altri fattori dipendono poi dall’inquinamento, dalla presenza di “capitale sociale”, ovvero quell’insieme di relazioni che permettono ad un individuo di non sentirsi isolato. Sarà forse anche grazie a questo se l’Italia si colloca oggi all’11° posto nella classifica mondiale secondo l’aspettativa di vita, classifica “guidata” dal Principato di Monaco con 86 anni. Ad eccezione della Svizzera, all’8° posizione con oltre 82 anni, gli altri Paesi europei stanno tutti dietro di noi. Le donne sono più longeve degli uomini: in Italia il gentile ma robusto sesso vive mediamente 5 anni più a lungo.

elena.stanghellini@stat.unipg.it

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Trump: "Terminiamo nostre relazioni con Oms"

Trump: "Terminiamo nostre relazioni con Oms"

(Agenzia Vista) Washington, 29 maggio 2020 Trump: "Terminiamo nostre relazioni con Oms" "La Cina ha controllo totale sull’Oms nonostante paghino 40min di dollari l’anno mentre gli Usa pagano attorno 450mln di dollari all’anno. Poiché hanno fallito nel fare le riforme necessarie e richieste oggi terminiamo le nostre relazioni con l’Oms dirigendo quei fondi verso altre organizzazioni.” Lo ha detto ...

 
Caso George Floyd, arrestato il poliziotto che l'ha immobilizzato. Ancora proteste in tutti gli Stati Uniti
USA

Caso George Floyd, arrestato il poliziotto che l'ha immobilizzato. Ancora proteste in tutti gli Stati Uniti

È stato arrestato il poliziotto Derek Chauvin, che a Minneapolis ha immobilizzato a terra George Floyd schiacciandogli un ginocchio sul collo, finché l’uomo è morto. Lo ha fatto sapere il commissario alla Sicurezza pubblica del Minnesota, John Harrington. L’arresto arriva dopo tre notti di violente proteste, che si stanno diffondendo in varie città del Paese (video AskaNews) compreso l'assalto a ...

 
Ai Mercati di Traiano spettacolo di luci per l'Azerbaigian

Ai Mercati di Traiano spettacolo di luci per l'Azerbaigian

Roma, 29 mag. (askanews) - Sono distanti più di 3mila chilometri, ma Roma e Baku non sono mai state così vicine come il 28 maggio. La data in cui la Repubblica Democratica dell'Azerbaigian ha festeggiato il 102esimo anniversario della sua fondazione. Per l 'occasione i Mercati di Traiano ai Fori Imperiali sono stati illuminati con i colori della bandiera dell'Azerbaigian. Un magnifico spettacolo ...

 
La "Rivoluzione gentile" nella biografia di Renzo Arbore

La "Rivoluzione gentile" nella biografia di Renzo Arbore

Roma, 29 mag. (askanews) - Arriva in libreria "Renzo Arbore e la rivoluzione gentile", la biografia ufficiale dello showman foggiano che da oltre mezzo secolo regala sorrisi e allegria agli italiani di tutte le età. Il libro, scritto dal giornalista palermitano Vassily Sortino, ripercorre la carriera di Arbore nelle sue mille sfaccettature. E' più di una biografia ufficiale spiega l'autore. "In ...

 
Amici Speciali, chi sono i quattro finalisti: Michele Bravi, Irama, Alessio Gaudino e The Kolors

Stash dei The Kolors

TELEVISIONE

Amici Speciali, i quattro finalisti: Bravi, Irama, Gaudino e The Kolors

I quattro finalisti che si giocheranno la vittoria finale di "Amici Speciali" sono Michele Bravi (clicca qui), Irama (clicca qui), Alessio Gaudino e i The Kolors. Nella terza ...

30.05.2020

Michele Bravi tra i finalisti di "Amici Speciali". Ringrazia Maria De Filippi e si commuove. Il video

Michele Bravi è di Città di Castello e ha 25 anni

TELEVISIONE

Video Michele Bravi vola in finale ad "Amici Speciali" e si commuove

Michele Bravi è uno dei quattro finalisti di "Amici Speciali", il programma che ha riportato in televisione alcuni dei più amati protagonisti delle passate edizione del ...

30.05.2020

Stasera in tv 30 maggio "Aspettando le parole": Gramellini intervista Lippi. Tra gli ospiti De Luca e Nespoli

TELEVISIONE

Stasera in tv 30 maggio "Aspettando le parole": Gramellini intervista Lippi. Tra gli ospiti De Luca e Nespoli

Stasera in tv 30 maggio torna l'appuntamento con il talk "Aspettando le parole" condotto da Massimo Gramellini (Rai 3 ore 20,30). L'intervista di apertura sarà con Marcello ...

30.05.2020