Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Valle dei fuochi, finiscono sotto sequestro 225 ettari di terreno

Federico Sciurpa
  • a
  • a
  • a

Il nucleo operativo ecologico carabinieri di Perugia sta eseguendo – coadiuvato dalle stazioni carabinieri di Piegaro e Panicale  – il decreto di sequestro preventivo emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Perugia, con il quale è stato disposto il sequestro di un'area di 255 ettari ricompresa tra quei comuni. LEGGI qui tutti gli articoli sulla valle dei fuochi - GUARDA il video del sequestro - GUARDA le foto del sequestro  "Costituisce - riferisce una nota dei carabinieri - l'ex bacino minerario utilizzato per l'estrazione della lignite da parte della società Enel Spa., nonché due pozzi ubicati in località Tavernelle del comune di Panicale e all'interno della vecchia centrale Enel di Pietrafitta di Piegaro". Il sequestro dell'area – dopo una prima fase di attività ispettive condotte dai Carabinieri del Noe con prelievi e campionamenti effettuati dai tecnici dell'Arpa e della Usl perugini - è stato disposto in via cautelativa allo scopo di effettuare ulteriori approfondimenti finalizzati ad accertare la sussistenza di eventuali criticità di natura ambientale e sanitaria.  Il provvedimento ha la finalità di impedire che nella zona possano essere effettuate movimentazione del terreno anche per fini agricoli, senza la preventiva autorizzazione da parte delle autorità competenti.   NOTA DEI COMUNI DI PANICALE E PIEGARO "I comuni di Panicale e Piegaro hanno avuto nella mattinata di oggi notizia del provvedimento di sequestro eseguito dai Carabinieri del NOE su disposizione dell'Autorità giudiziaria. Tale provvedimento è orientato a impedire movimentazione e lavorazioni dei terreni senza l'autorizzazione delle autorità competenti. Essendo questo un atto dovuto per la tutela dei luoghi oggetto di indagine, le amministrazioni auspicano che l'iter accertativo si concluda quanto prima, per poter consegnare ai nostri concittadini un quadro analitico completo e trasparente. Il comune di Panicale comunica di aver organizzato due incontri aperti a tutte le associazioni del territorio, proprio per poter maggiormente condividere le informazioni e le azioni che sono ad oggi state portate a compimento. Nel frattempo le amministrazioni sono impegnate nel quotidiano compito di portare a termine gli impegni presi con i cittadini.