Valle dei Fuochi, chiesta un'indagine su ceneri e rifiuti

Piegaro

Valle dei Fuochi, chiesta un'indagine su ceneri e rifiuti

12.05.2016 - 18:02

0

I cittadini chiamano e i parlamentari umbri rispondono. Solo alcuni parlamentari, almeno per ora. Tre per la precisione. Dopo l'interrogazione dei cinque stelle Tiziana Ciprini e Filippo Gallinella, arriva quella di Adriana Galgano (Scelta civica) sempre alla Camera dei deputati. "Rifiuti interrati in aree non adibite a discarica e coperti dalle ceneri residue della combustione della ex centrale di Pietrafitta ma anche contaminazione delle falde acquifere ed emissioni di fumi nell'aria: quella delineata dall'inchiesta in atto, è una vera e propria Valle dei fuochi che insiste nella Valnestore umbra. Un danno ambientale di proporzioni notevoli, sul quale sta indagando anche la Procura, che preoccupa i cittadini e non può essere sottovalutato o sottaciuto". A scriverlo è la stessa Galgano che ha presentato appunto un'interrogazione in commissione, raccogliendo l'appello lanciato dalla popolazione - dall'apposito comitato "Soltanto la salute" - ai parlamentari umbri.
I fatti "I fatti risalgono ad un periodo compreso tra gli anni Ottanta e Novanta - evidenzia - e dalle analisi effettuate da Arpa e Asl, si delinea uno scenario allarmante. Ho chiesto al governo di intervenire con ispezioni in loco e di avviare un'indagine ministeriale per individuare le aree in cui le ceneri sono state smaltite o reimpiegate. L'ambiente e il paesaggio sono un patrimonio di immenso valore - continua Galgano - che, in Umbria soprattutto, dobbiamo impegnarci a tutelare e difendere. Non esistono interessi particolari o profitti che possano mettere a repentaglio la vivibilità dei nostri territorio o peggio, la salute dei cittadini". Galgano ha anche riferito al presidente del comitato civico, Ivano Vitali, che prensenterà una seconda interrogazione tutta concentrata sull'eventuale impatto sulla salute dei cittadini citando il rapporto preliminare del registro tumori secondo il quale per alcuni tumori (incidenza e tasso di mortalità) nella zona tra Piegaro e Panicale la media sarebbe superiore a quella regionale e ai principali centri della regione, assimilabile non ad area rurale qual è la Valnestore ma ad aree urbane.
Altre assemblee Intanto non si placa la mobilitazione dei cittadini della Valnestore: per domenica alle 18 nella sala riunioni della frazione panicalese di Macereto, è indetto un altro incontro. Sarebbe il quinto dopo i due di Colle San Paolo e i due di Pietrafitta. L'attenzione sull'evolversi dell'inchiesta della magistratura e delle analisi degli organi di controllo, Arpa e Asl, resta alta. I cittadini vogliono monitotare direttamente prelievi e analisi, e hanno deciso di affidarsi anche a dei laboratori privati. C'è già chi lavora per adire una class action che prevede anche la costituzione come parte civile in un eventuale processo, ipotizzando anche l'assegnazione ad un perito di parte di un pacchetto di analisi ad hoc. La zona di Macereto è stata interessata dall'interramento di ceneri e rifiuti: buona parte del borgo, che trent'anni fa aveva anche problemi di "stabilità" sul fronte geologico, anche per la presenza di una grande cava, è stata ricoperta di materiale di risulta dalla combustione di lignite e carbone (vi dovebbero essere confluire sia le ceneri di Pietrafitta sia quelle di La Spezia e Vado Ligure). Arpa ha già attuato dei prelievi sulla superficie, ma c'è chi sostiene che sarebbero necessari carotaggi più in profondità. "Qui abbiamo visto sotterrare di tutto, ma a quote anche di ventri metri. Sicuramente sotto i cinque. E' inutile scavare a trenta centimetri", aveva dichiarato un testimone in una delle assemblee.
In consiglio Intanto in consiglio regionale dovrebbe essere esaminata a breve la mozione del segretario e consigliere Pd Giacomo Leonelli, con la quale si chiede di stanziare un fondo per avviare un'analisi epidemiologica accurata - con l'analisi delle cartelle cliniche e la valutazione di patologie tumorali specifiche, ma anche ricoveri per malattie cardiorespiratori e casi di malformazione alla nascita - per fasce d'età in tutta l'area della Valnestore, prendendo in considerazione l'ultimo ventennio. Nell'audizione in commissione sanità si era parlato di 50 mila euro. Bilancio regionale permettendo.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Video Coronavirus, premier Albania invia medici e infermieri in Italia: non abbandoniamo amico in difficoltà
Solidarietà

Video Coronavirus, premier Albania invia medici e infermieri in Italia: non abbandoniamo amico in difficoltà

Coronavirus, trenta tra medici e infermieri sono arrivate domenica 29 marzo da Tirana. Ha commosso il discorso del premier dell'Albania, Edi Rama: "Non siamo privi di memoria: non possiamo non dimostrare all'Italia che l'Albania e gli albanesi non abbandonano mai un amico in difficoltà. Oggi siamo tutti italiani e l'Italia deve vincere e vincerà questa guerra anche per noi, per l'Europa e per il ...

 
Coronavirus, Fedez contro Codacons: "Cliccate il suo banner per capire dove finiscono i soldi che chiede"
Epidemia

Coronavirus, Fedez contro Codacons: "Cliccate il suo banner per capire dove finiscono i soldi che chiede"

"Codacons sta spacciando sul sito una campagna di raccolta fondi apparentemente “contro il Coronavirus” quando basta cliccare sul banner per scoprire che le donazioni servono a sostenere solo loro stessi. Ma è possibile che nessuno intervenga?". E' durissimo l'attacco sui social di Fedez all'associazione dei consumatori, ennesima battaglia di una guerra che va avanti da quando il Codacons ha ...

 
Coronavirus, l'Inno di Mameli degli alunni della High School Orchestra del liceo musicale Angeloni di Terni
CORONAVIRUS

Inno di Mameli con dedica speciale degli allievi della High School Orchestra

Coronavirus, chiusi in casa per rispettare le restrizioni contro il diffondersi della pandemia, allievi ed ex allievi del liceo musicale Angeloni di Terni, che hanno dato vita alla High School Orchestra, si sono organizzati, a distanza, e senza che nessuno tra i loro docenti sapesse nulla, hanno realizzato questo suggestivo video nel quale interpretano l'Inno di Mameli. Particolarmente toccante ...

 
Ascolti tv, Bonolis su Canale 5 vince su Fiorello (Rai 1) nella sfida di sabato 28 marzo 2020 in prima serata

Televisione

Ascolti tv, Bonolis su Canale 5 vince su Fiorello (Rai 1) nella sfida di sabato 28 marzo 2020 in prima serata

E' nata ed è stata impostata come sfida degli ascolti nella prima serata tv del sabato sera ai tempi del Coronavirus. E' quella fra Paolo Bonolis in onda su Canale 5 e ...

29.03.2020

Clizia Incorvaia e l'amore con Paolo Ciavarro, la rivelazione: "Cosa abbiamo fatto al Grande Fratello Vip 4"

L'intervista

Clizia Incorvaia e l'amore con Paolo Ciavarro, la rivelazione: "Cosa abbiamo fatto al Grande Fratello Vip 4"

L'amore è sbocciato nella Casa del Grande Fratello Vip 4. E continua a distanza. E' quello fra Clizia Incorvaia e Paolo Ciavarro.  "Sì, sono innamorata. Vedo anche lui ...

29.03.2020

Pirati dei Caraibi, la saga torna in tv. La decisione Mediaset: i film su Canale 5 e si comincia subito

Televisione

Pirati dei Caraibi, la saga torna in tv. La decisione Mediaset: i film su Canale 5 e si comincia subito

Film e ancora film per gli italiani a casa per l'emergenza Coronavirus e si allarga l'offerta Mediaset sul piccolo schermo. Canale 5 ripete infatti la fortunata saga dei ...

29.03.2020