Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Umbria: Spoleto, false ricette mediche e timbri rubati per comprare psicofarmaci

  • a
  • a
  • a

Furto aggravato, falsificazione materiale commessa da privato, contraffazione di pubblici sigilli e strumenti destinati a certificazione medica. Sono i reati dei quali è accusato un 35enne di Spoleto denunciato dai carabinieri.  I militari della stazione di Spoleto dopo una segnalazione hanno avviato le indagini.

 

 

Attraverso l'attività investigativa, coordinata dalla Procura della Repubblica di Spoleto diretta dal procuratore capo Alessandro Giuseppe Cannevale, è stata scoperta una vera e propria attività di contraffazione nel settore sanitario con falsificazione di ricette mediche, grazie al furto di timbri riconducibili a personale medico del posto e successiva contraffazione di sigilli e timbri per l’acquisto di psicofarmaci.

 

Le indagini sono partite dalla denuncia di furto di un timbro da parte di un sanitario, e successivamente è proseguita con approfondimenti investigativi e attività di perquisizione domiciliare con il ritrovamento di timbri specifici, alcuni sottratti indebitamente ed altri oggetto di contraffazione. L’attività d’indagine dell'arma è stata condivisa con il personale del Nucleo antisofisticazione e sanità di Perugia per effettuare ulteriori approfondimenti finalizzati a comprendere la scala di diffusione del fenomeno con possibilità di contraffazione su scala nazionale.