Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Sciopero benzinai del 25 e 26 gennaio, dove si può fare rifornimento in Umbria (al self service)

  • a
  • a
  • a

Ultime ore per fare benzina prima dello sciopero previsto dalle ore 19 di oggi, martedì 24 gennaio, sino alle 19 di giovedì 26 sulla rete ordinaria (dalle ore 22 del 24 alle ore 22 del 26 gennaio sulla rete autostradale). Inutile l'appello del ministro delle imprese e del made in Italy, Adolfo Urso: "Revocate lo sciopero, è solo un danno per i cittadini". "Lo stop era ed è confermato e le dichiarazioni del ministro sono l’ennesima dimostrazione della confusione in cui si muove il governo in questa vicenda" replicano con una nota congiunta i presidenti di Faib, Fegica e Figisc/Anisa, chiedendo l’intervento diretto di Palazzo Chigi.

 

 

Lo stop, come anticipato, riguarderà non solo il rifornimento servito ma anche quello in modalità self. Fare il pieno alla propria auto, quindi, sarà difficile ma non impossibile. Infatti gli impianti gestiti direttamente dalle compagnie petrolifere almeno in modalità self service dovrebbero rimanere a disposizione dei viaggiatori. Non è semplice riconoscerli: anche se il punto vendita mostra il marchio della società, infatti, la gestione - e così è molto spesso - può essere stata affidata a un soggetto privato che intende aderire allo sciopero. Secondo una stima delle associazioni di categoria, i distributori gestiti direttamente dalle compagnie sono un numero esiguo: non oltre il 10% della rete, composta in totale da 22.654 impianti di distribuzione di carburante. I distributori autonomi associati all’Angac e all’Asnali, ad esempio, non aderiranno allo stop.

 

 

A questo 10%, però si aggiungono alcune stazioni di servizio, scelte probabilmente su base provinciale, che - come previsto dalla legge -rimarranno aperte per garantire una prestazione minima, essendo considerato il rifornimento di carburante un servizio essenziale, o con la presenza del personale o assicurando il rifornimento selfservice. Per quanto riguarda le autostrade, invece, è compito della Regione individuare quali distributori dovranno rimanere aperti. È fondamentale che ce ne sia uno attivo ogni 100 chilometri. Dunque in 175 distributori su un totale di 477 lungo la rete autostradale sarà possibile rifornirsi. In Umbria sarà possibile rifornirsi nell'area di servizio Fabro Ovest sull'A1 (chilometro 428) e in quella di Giove Est sempre sull'A1 (chilometro 481). Fuori regione (qui elenco completo) possono essere raggiungibili Montepulciano Est in Toscana e sempre A1 e Badia al Pino Ovest, sempre Toscana e A1.