Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terni, San Valentino: ex bocciofila Prampolini sempre più nel degrado

Simona Maggi
  • a
  • a
  • a

Degrado, rifiuti abbandonati, rifugio per senzatetto e tossicodipendenti. Questo è lo stato in cui versa a Terni l'ex bocciofila Prampolini, a ridosso della basilica di San Valentino. La porta è stata forzata e all'interno della struttura che ospita le tre piste di bocce ci sono rifiuti di ogni genere. Sulla porta di ingresso c'è anche un maglione verde che testimonia che qualcuno frequenta la struttura. In pratica la stessa situazione che avevamo documentato due anni fa quando il consigliere comunale del M5S,

 

Federico Pasculli, aveva presentato un'interrogazione in cui chiedeva di sapere cosa si sarebbe fatto per l'area. Una volta era stata ventilata l'idea di un campus universitario. Idea poi naufragata. Tornando al 2021 l'allora assessore all'urbanistica, Leonardo Bordoni, aveva risposto dicendo “niente alienazione da oltre un milione di euro e variante urbanistica per destinarla ed area verde con attrezzature sportive”.

 

A distanza di due anni dalla precedente interrogazione nulla è cambiato, “l’area, è in pieno degrado, la recinzione è a tutt’oggi compromessa – sottolinea Pasculli - e concede l’accesso a chiunque, il piazzale interno è utilizzato come discarica a cielo aperto, e la porta di accesso dello stabile aperta facilitando l’accesso a chiunque voglia utilizzarlo come rifugio per ogni tipo di attività non lecita".

Servizio completo nell'edizione del 10 gennaio del Corriere dell'Umbria