Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Baschi. Donna morta in casa, ecchimosi sospette: disposta l'autopsia

Davide Pompei
  • a
  • a
  • a

Non è ancora stato eseguito l'esame autoptico disposto dalla magistratura sul corpo dell'ottantenne che mercoledì 4 gennaio 2023 è stata rinvenuta ormai priva di vita all'interno della sua abitazione a Morre, frazione di Baschi, in provincia di Terni, dove la donna viveva insieme al marito, più grande di lei di qualche anno, e alla badante.

 

 

In attesa del referto, l'atteggiamento della procura della Repubblica di Terni che ha ritenuto opportuno disporre un'indagine per fare chiarezza appare tutto orientato alla prudenza e al non voler escludere nessuna ipotesi. Allo stato attuale, in ogni caso, non risulta alcun nome iscritto nel registro degli indagati.

Ad insospettire gli inquirenti anche la presenza di alcune piccole ecchimosi sul corpo della signora, che comunque era da tempo allettata oltre che invalida. A decretarne il decesso potrebbe essere stato un malore, tuttavia l’autorità giudiziaria ha motivo di ritenere utili alcuni approfondimenti per fugare ogni dubbio.

All'interno dell'appartamento, oltre al personale medico-sanitario che non ha potuto far altro che constatare il decesso, sono intervenuti anche i carabinieri della stazione di Baschi e quelli di Orvieto, oltre agli uomini del comando provinciale dell'Arma che hanno eseguito i primi rilievi.

 

 

Gli inquirenti hanno ritenuto opportuno anche l'intervento del reparto investigazioni scientifiche che ha svolto un sopralluogo approfondito e raccolto alcuni reperti. Al riguardo vige, però, il massimo riserbo. Attenendosi alle prime informazioni, al momento del decesso, all'interno dell'appartamento era presente solo il marito della donna.

Sarebbe stato lui a riferire ai militari dell'Arma che le condizioni di salute di quest'ultima si erano improvvisamente aggravate. In questo senso, l'esame autoptico disposto dalla magistratura sarà utile a ricostruire le ultime ore di vita della donna e ad appurare con maggiore certezza se il decesso è effettivamente avvenuto per cause naturali.

Sebbene non sembrerebbe esserci alcun collegamento fra la sua morte e azioni violente o tali da cagionare lesioni, lo scrupolo dell'azione investigativa ha suggerito di avvalersi di ulteriori accertamenti.