Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, intervista a Mauro Casciari, ex delle Iene: "Lavorare con Fiorello è uno spasso"

Luana Pioppi
  • a
  • a
  • a

Per Mauro Casciari il 2022 si sta chiudendo alla grande. L’ex iena perugina di Italia 1, attualmente conduttore su Rds, è la spalla sinistra di Rosario Fiorello nel nuovo morning show Viva Rai2!, in onda dallo scorso lunedì su Rai 2 dalle ore 7,15 alle 8, di cui è anche co-autore. Un’esperienza nuova ed entusiasmante, a fianco di un amico decennale che ha sempre stimato, che sta registrando grandi consensi di critica e di pubblico.

 

 

 

 


 

 

 

Ti aspettavi tutto questo successo?
No, ma soprattutto non ci aspettavamo tanto successo anche per l’Aspettando Viva Rai 2!, condotto da Fiorello e Fabrizio Biggio da un bar di Roma. Per la prima puntata di Viva Rai2! avevamo fatto una sorta di toto scommesse, ognuno di noi aveva scritto in un foglietto lo share che pensavamo di raggiungere. Io avevo messo il 7,1%, qualcuno il 9% ma poi quando abbiamo visto il 14,1% siamo rimasti tutti stupiti. La prima puntata è stata seguita da 683.000 telespettatori e il fatto che nella terza abbiamo raggiunto addirittura il 15% di share va al di sopra delle nostre aspettative. Anche la replica notturna sta andando bene, il feedback è stato molto positivo. Secondo me sta funzionando il passaparola e spero che diventi un’abitudine guardarlo la mattina prima di uscire di casa.
Il format è molto incalzante…
Cambiamo argomento ogni minuto e mezzo massimo due, così ognuno può smettere di seguirci quando vuole. Fiorello vuole avere un ritmo pazzesco.
In questa trasmissione sei uno dei suoi autori?
Sì, sono l’ultimo acquisto, Fiorello ne ha alcuni storici da oltre 20 anni. Fare l’autore per lui è interessante e impegnativo. Fiorello è ricettivo e sensibile, non gli sfugge nulla. Studia tutto e tutti. Ogni momento tira fuori un’idea e quindi se serve la devi costruire. Ha l’entusiasmo di un bambino. Arriva sempre per primo la mattina, è carico di entusiasmo e questo è una figata. Vuole divertirsi e dice a tutti che ci dobbiamo divertire. Dà un grande valore alla squadra. A differenza di altri, lui si contorna di persone. E’ abbastanza una mosca bianca da questo punto di vista.
Da quanti anni conosci Fiorello?
Dal 2008, lavoravamo entrambi a Rai Radio 2. Nel corso degli anni ho fatto delle piccole cose con lui. In questa occasione faccio anche l’autore e ci ho messo la faccia. Un doppio ruolo che mi onora. Imparo molto da Fiorello, sia a livello umano che professionale. Da quando avevo finito ‘le Iene’ non mi pare di aver avuto un valore aggiunto alla mia professione, ora sto imparando qualcosa di nuovo, di diverso. Sento di essere in un territorio nuovo.

 

 

 


 

 

 

Qual è una delle cose più bella di questa trasmissione?
Abito a 500 metri da via Asiago, dove registriamo, e quindi ci vado a piedi. Da casa mia, se non ci fosse un palazzo di mezzo, vedrei lo ‘studio’ creato ad hoc per la “Viva Rai 2!”.
Contemporaneamente vai anche in onda a Rds ma hai cambiato orario e format…
Devo ringraziare Rds che mi ha dato la possibilità di fare questo progetto in Rai spostandomi dall’alba alla sera, consentendomi così di fare entrambe le cose. Ora vado in onda dal lunedì al giovedì dalle 19 alle 22 e la domenica dalle 17 alle 21, con a fianco sempre Francesca Manzini. Rispetto all’alba, dove praticamente il programma è molto più incalzante, la sera si parla meno. Si cerca di creare un momento di relax nella vita delle persone, stressate dalla giornata che si sta per concludere. E’ un programma molto diverso, condotto con un tono più pacato e tranquillo e va in onda anche sul canale 265 del digitale terrestre. 
“Viva Rai2!” va in onda, oltre che su Rai 2 dal lunedì al venerdì, in simulcast su RadioTuttaItaliana, su RaiPlay, su Rai 1 in replica in terza serata e nel weekend, alle 10, su Rai Radio 2. Si fermerà per la pausa natalizia dal 23 dicembre al 9 gennaio 2023.