Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terni, si presenta al processo e si scopre che era latitante

  • a
  • a
  • a

E’ rientrato in Italia da Santo Domingo e si è presentato in Tribunale, a Terni, giovedì 24 novembre, per l'udienza del processo che lo vede imputato per spaccio di droga di lieve entità, ben sapendo a cosa sarebbe andato incontro. E infatti quando è comparso di fronte al giudice Chiara Mastracchio, assistito dal proprio legale difensore, l'avvocato Francesco Montalbano Caracci, è emerso che era latitante e quindi ricercato per l'esecuzione di un provvedimento di custodia cautelare in carcere. E così il giudice ha chiesto l'intervento dei carabinieri per procedere all'arresto dell'uomo - un cittadino dominicano di 25 anni, residente a Terni - che lo hanno condotto nella casa circondariale di vocabolo Sabbione (nella foto). 


"Il mio assistito - spiega l'avvocato Montalbano Caracci - era stato sottoposto in passato alla misura dell'obbligo di firma giornaliero e, sulla base della correttezza del suo comportamento, tale obbligo era stato portato a tre volte la settimana. Un mese fa poi, nonostante la misura in essere, è partito improvvisamente per Santo Domingo con il primo volo utile e senza avvertire nessuno, ma per un motivo: ha scoperto che il padre è gravemente malato". Così fra il mancato rispetto della misura e il fatto che non fosse più reperibile in Italia, il 25enne è stato qualificato come latitante. E quando è arrivato in Tribunale, l'arresto è scattato automaticamente. 

"Il processo per il quale è imputato dovrebbe concludersi il prossimo 12 dicembre - prosegue il legale difensore del 27enne - ma, a prescindere da ciò, mi attiverò perché venga scarcerato e, al limite, nuovamente sottoposto all'obbligo di firma che ha sempre rispettato quando era in Italia. Per ottenere ciò, presenterò un'apposita istanza con tanto di documentazione medica riferita alle condizioni di salute del padre. Credo che questa vicenda abbia in sé un aspetto umano evidente ed auspico che ci sia la giusta comprensione".