Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Umbria, gli appuntamenti del weekend 25, 26 e 27 novembre: olio novello e tartufo i protagonisti

Simona Maggi
  • a
  • a
  • a

Olio e tartufi sono i protagonisti del fine settimana. Nuovo appuntamento oggi, domani e domenica con Frantoi Aperti in Umbria. Si inizia oggi con le cene dagli “Umbrian #EVOOAmbassador - Testimoni di oli unici” che saranno proposte presso i ristoranti Bosco 131 di Perugia e Olevm di Montefalco. Tra le iniziative di conoscenza dell’extravergine che si tengono nell’ambito di Frantoi Aperti in Umbria, domani presso la rocca di Casalina a Deruta, si terrà una “Giornata per conoscere la qualità dell’olio umbro e la rocca di Casalina ed i suoi dintorni”, un open day con inizio alle 10. Al termine del convegno si terrà la visita guidata del vecchio frantoio della rocca di Casalina con degustazione.Per gli appassionati di outdoor, da segnalare l’escursione in bicicletta ed e-bike che si terrà domenica ad Assisi dove in occasione di Unto nei castelli e nel territorio è stata organizzata la “Pedalata lungo la fascia olivata”. Nell’ambito dello spin-off di Frantoi Aperti “Olio a fumetti”, domenica si terrà il quarto appuntamento con “Olio a fumetti kids”, una serie di laboratori di disegni segni & assaggi nel nome dell’olio, rivolti ai bambini, in programma dalle 14 alle 18 presso l’antico frantoio Petesse di Foligno.

 

 

Da segnalare a Spoleto un’inedita iniziativa “EaT - enogastronomia a teatro”, una tre giorni al teatro Caio Melisso, oggi, domani e domenica. Un connubio insolito tra enogastronomia e teatro dove c’è una platea che si svuota delle sue poltrone, per ospitare tavoli e sedie, e dove gli spettatori degustano, ascoltano e partecipano agli spettacoli di chef, attori e musicisti. Come nuovo format, EaT propone quindi tre giorni di spettacoli, musica e degustazioni dedicati all’enogastronomia, dove il pubblico sarà coinvolto in maniera attiva: attori e spettatori si siederanno allo stesso tavolo e condivideranno cibo e musica. Spettacoli che diventano volano di promozione dei prodotti del territorio in una chiave unica e innovativa, anche per i menu particolari che li accompagneranno sia a pranzo che a cena: il “Concerto che puoi mangiare” a cura di Food Ensemble, lo spettacolo teatrale con cena a base di vino e cinghiale (“Nato Cinghiale” di e con Alessandro Sesti e Debora Contini), un grande tavolo dove attori e spettatori si ritrovano a condividere il tempo di un pranzo grazie al “Teatro da mangiare” a cura del Teatro delle Ariette (per questo spettacolo l’appuntamento è all’ex museo civico, palazzo della Signoria).
E poi, come altri ingredienti della manifestazione, la cultura dell’olio (appuntamento con Maurizio Pescari, autore del libro “L’olio e gli altri ingredienti della nostra vita”), i mille volti del Trebbiano Spoletino (vini e parole su un grande bianco di territorio insieme al critico Antonio Boco e all’attore Gianluca Foresi) e il cooking show Marco Gubbiotti versus Giorgione. Molto atteso è il Food Sound System, spettacolo multimediale di cucina, musica dal vivo, teatro e video di Donpasta, cuoco, poeta ed ecologista. Per il New York Times, "uno (e per certi versi unico) dei più inventivi attivisti del cibo". Sul palco Daniele de Michele, il suo vero nome, usa vinili e pentole contemporaneamente, mixer e mini-pimer per frullare musica e veloutés. Una consolle, un piano da cucina, fornelli e vinili, coltelli e Technics 1200 si sporcano a vicenda con buone vibes e farina, tenera e di grano duro per l'insostituibile "Imperia" a manovella che sforna tagliatelle. Tutti i sensi sono chiamati in causa: vista, gusto, olfatto, tatto, udito. E' una performance multimediale in cui ci si lascia andare alla emozione del cibo, ai suoi profumi, colori, le sue forme, i suoi aromi. Il dj set è speziato di sonorità del mondo intero, tra il funk, il reggae, il Sud America e la Londra meticcia.

 

 


È in programma domenica l’ultimo appuntamento con la mini rassegna musicale “Suoni degli ulivi secolari” ad Amelia, dove in località Montecampano alle 12, si terrà il concerto “Suoni dall’uliveto secolare di Rajo”, dove ad esibirsi saranno i “Musica Muta”. Al termine del concerto ci sarà la degustazione di olio evo.
Appuntamento a Montecchio domani e domenica con la festa dell'olio con degustazioni dell'olio nuovo e tante sorprese. 
Altra opportunità di scoprire il territorio ed ammirare gli olivi ed il foliage autunnale camminando, si terrà domenica ad Arrone e vedrà protagonista le miniere di lignite di Buonacquisto. La passeggiata condurrà i partecipanti ad attraversare, nel percorso di avvicinamento alle miniere, gli evocativi resti dell'insediamento dei minatori, con i piloni della fornace, gli alloggi, l’imbocco della miniera e la massicciata della ferrovia Decauville, un patrimonio ragguardevole di archeologia industriale, testimone di antiche fatiche e di intraprendenza imprenditoriale, oggi inserito nei confini del parco minerario dedicato alla memoria di Valentino Paparelli, antropologo, docente di etnomusicologia all’università di Perugia, viaggiatore ed alpinista, nato proprio a Buonacquisto. Al termine della passeggiata, nei vicoli ci sarà il “Ristoro del minatore”. 
A Castel Viscardo è in programma per domenica l’appuntamento del “Brunch Tour - Brunch e musica tra gli ulivi” in luoghi speciali dell’Umbria, presso l’antico frantoio Cecci un frantoio tradizionale a presse posto nel castello di Monterubiaglio, che rimane aperto solo tre settimane l’anno per mostrare la molitura come era un tempo. Il brunch inizierà alle 12.30 e sarà raggiungibile anche grazie ad una passeggiata a piedi, in partenza alle 9.30 dall’antico frantoio Cecci che, lungo un percorso ad anello di circa 6 chilometri attraverso il bosco, porterà nel piccolo borgo di Castel Viscardo e alla visita del museo etnografico del cotto. Al rientro si terrà il pranzo a base di prodotti del territorio in abbinamento agli oli evo dei colli orvietani. Il pranzo sarà accompagnato dal concerto dei “Cumbia Col Donca”.