Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Orvieto, molestie sessuali: anziano palpeggia una ragazzina di 13 anni vicino a scuola

  • a
  • a
  • a

L’accusa è molto grave, quella di aver molestato una ragazzina di 13 anni avvicinata vicino alla scuola che frequenta la giovane della quale potrebbe essere il nonno, visto che lui è piuttosto avanti con l’età.

Il brutto episodio, che sta avendo ora conseguenze di natura penale, è accaduto alla fine del mese di settembre 2022 nei pressi di una scuola media di Orvieto, in provincia di Terni. La studentessa tredicenne è stata avvicinata, fuori dall’istituto da lei frequentato, da un anziano che, dopo averle rivolto domande personali e dopo aver fatto delle considerazioni sul suo aspetto esteriore, secondo quanto ricostruito dalla polizia di Stato, ha iniziato a palpeggiarla facendole proposte a sfondo sessuale.

 

La ragazza, scossa e impaurita, si è allontanata immediatamente dal luogo dell’incontro e si è rivolta ad alcuni dei suoi insegnanti che hanno portato la notizia all’attenzione del dirigente scolastico che, a sua volta, ha subito inoltrato una comunicazione alla procura della Repubblica presso il tribunale di Terni.

La procura ha immediatamente iniziato l’attività di coordinamento delle indagini ed ha delegato il Commissariato di pubblica sicurezza di Orvieto di svolgere tutti gli accertamenti che il delicato caso richiedeva. Gli investigatori della squadra anticrimine hanno iniziato a cercare riscontri a quanto raccontato dalla ragazza e a raccogliere elementi che consentissero di giungere alla identificazione del presunto molestatore.

 

Al termine delle indagini, gli agenti del Commissariato di Orvieto sono riusciti ad individuare il presunto autore delle molestie sessuali, un uomo non nuovo a episodi del genere e, con una dettagliata relazione, hanno inviato gli elementi raccolti alla procura della Repubblica di Terni.

A seguito di ciò, il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Terni, su richiesta della procura locale, ha emesso nei confronti dell’uomo, in attesa del processo, la misura cautelare del “divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa”.

“Si fa presente inoltre – spiega una nota della questura di Terni – che il dirigente del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Orvieto, al fine di prevenire il verificarsi di simili episodi, ha disposto l’intensificazione dei servizi di controllo del territorio nei pressi degli istituti scolastici anche mediante l’impiego di pattuglie in borghese”.