Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Foligno, parte stagione teatrale con il Balletto di Roma

  • a
  • a
  • a

“Ben 10 spettacoli in sei mesi a cavallo di un biennio epocale, il Teatro storico San Carlo di Foligno che torna protagonista dell'offerta culturale cittadina, l'attenta commistione di opere classiche e percorsi innovativi per lo più in esclusiva regionale, grandi nomi che si cimentano in diverse discipline artistiche quali danza, canto e recitazione: tutto questo è la stagione teatrale 22-23 a Foligno – le parole dell'assessore alla Cultura, Decio Barili – Ringraziando il Tsu per la scrupolosa e paziente opera di selezione condivisa delle proposte, l'amministrazione comunale auspica il più ampio consenso di pubblico e di critica nei riguardi di uno degli eventi culturali più attesi del pur ricchissimo panorama cittadino”.

 

 

“Eclettismo e qualità sono le parole che hanno guidato la scelta degli spettacoli per la Stagione di Foligno – il direttore del Teatro Stabile dell'Umbria, Nino Marino – Novità, esclusive regionali e grandi talenti. Quattro spazi per il teatro, in una città caratterizzata da un grande fermento culturale che si muove tra tradizione e futuro”.
La Stagione teatrale 22/23 di Foligno si inaugura mercoledì 23 novembre alle 21 al Politeama Clarici, all'insegna della danza con il Balletto di Roma e il suo Giulietta e Romeo, spettacolo liberamente ispirato alla tragedia di William Shakespeare, con in scena 12 danzatori, coreografato e diretto da Fabrizio Monteverde attraverso uno stile energico e travolgente. Con 350 recite e 200 mila spettatori, è oggi lo spettacolo di danza italiano più applaudito di sempre. 

 

 

Domenica 27 e lunedì 28 novembre alle 21, allo Spazio Zut! Lorenzo Collalti porta il scena il suo La madre dei mostri tratto dai racconti di Guy de Maupassant – considerato tra i fondatori del racconto moderno – con una drammaturgia inedita, capace di indagare e costruire la vita quotidiana tra psicosi e ironia, proprio come fa lo scrittore francese.