Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Orvieto, arrivano gli artificieri per far brillare la bomba

  • a
  • a
  • a

È stato ultimato nella giornata di sabato 19 novembre allo stadio comunale Luigi Muzi l'allestimento del centro di accoglienza (nella foto) che nel corso della mattinata di domenica 20 novembre ospiterà i residenti di Orvieto Scalo e Ciconia, evacuati per consentire le operazioni di disinnesco e successivo brillamento della bomba d’aereo di fabbricazione americana da 500 libbre ritrovata sull'alveo del fiume Paglia. Sono circa 2.400, complessivamente, le persone interessate nel raggio di 826 metri dall’ordigno bellico individuato dal Reparto Artificieri del Reggimento Genio Ferrovieri di Castel Maggiore che si occuperanno del disinnesco.

Le operazioni di evacuazione dalle abitazioni inizieranno alle 6 e termineranno alle 8, orario in cui è previsto il disinnesco dell’ordigno che, una volta despolettato, sarà trasportato nel sito di brillamento individuato nella cava in località Pian d’Ischia del comune di Orvieto.

A partire dalle 7 e fino al termine delle operazioni di despolettamento dell’ordigno è vietato l’accesso pedonale e veicolare all’interno del raggio di evacuazione individuato da cancelli di controllo e presidiati da forze dell’ordine, polizia locale e volontari della protezione civile, fatta eccezione per coloro che entrano nell’area interdetta esclusivamente per agevolare l’evacuazione dei propri familiari e comunque entro le 8. Per consentire la percorrenza dalle zone di Ciconia non evacuate verso l’ospedale e viceversa, l’ultimo tratto di via degli Ulivi, dall’intersezione con via dei Sambuchi fino a via degli Aceri, sarà disciplinato a doppio senso di circolazione. Dalle 6 e fino al termine delle operazioni, lungo questo tratto di via degli Ulivi è fatto divieto assoluto di sosta con rimozione dei veicoli. A partire dalle 8 fino al termine del despolettamento con la riapertura della normale viabilità, tutte le percorrenze del trasporto pubblico locale all’interno dell’area interdetta alla circolazione saranno interrotte. Dalle 6 alle 8 sarà predisposto un servizio navetta con i mezzi di Busitalia che garantiranno l’arrivo all’area di accoglienza della popolazione senza utilizzare le proprie automobili.