Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Umbria: Cascia, torna a risplendere la statua di Santa Rita

Rosella Solfaroli
  • a
  • a
  • a

Lo scultore ci ha detto che la statua andava pulita ogni cinque o sei anni e noi abbiamo seguito le sue direttive”. E’ il commento del sindaco di Cascia, Mario De Carolis dopo lo smontaggio del ponteggio che per alcuni giorni ha coperto la maestosa statua di Santa Rita. 

 


Il monumento che accoglie i turisti e non solo, all’entrata in città è stato oggetto di una minuziosa ripulitura. “Un intervento ordinario – dice il primo cittadino – in occasione del quale la statua è stata lavata, pulita e disinfettata dagli agenti atmosferici”. Una statua che risalta in tutta la sua maestosità all’incrocio del bivio per Roccaporena e che è stata finanziata dal devoto Sarkis Sarkis e realizzata dal noto artista libanese Nayef Alwan nel 2015. Monumento che, tra l’altro, venne anche benedetto da Papa Francesco sul sagrato di San Pietro. 

 


Alta 6 metri, si poggia su una base di 2 ed ha un peso di ben 30 tonnellate. In particolare, la statua rappresenta la Santa degli impossibili con gli elementi che la caratterizzano, ovvero la spina, la rosa, la croce e la vite. Ed è stata realizzata con materiale di pietra calcarea estratta a duemila metri d’altezza.