Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Furti in appartamento, più controlli della municipale e telecamere

Nicola Torrini
  • a
  • a
  • a

La serie di furti negli appartamenti che ha interessato il centro abitato di Sant’Arcangelo sul Trasimeno, negli ultimi dieci giorni, ha preoccupato non poco i residenti della cittadina tant’è che del problema se ne è occupata la consigliera comunale di Magione, Vanessa Stortini, che abita proprio nella frazione.

Il problema, d’altronde, non è un caso isolato in questa frazione visto che “un’ondata di furti già si era registrata tra la fine della primavera e l’inizio dell’estate”, fa sapere la stessa Stortini. In risposta a questa situazione, la consigliera comunale ha, innanzitutto, interessato del problema la polizia municipale: “Visti i recenti episodi che si stanno verificando nuovamente con una certa regolarità nel paese – ha comunicato Stortini direttamente alla Pro loco di Sant’Arcangelo –, ho informato la polizia municipale chiedendo che torni a pattugliare nel tardo pomeriggio la frazione”.

Questo è infatti stato, finora, l’orario preferiti dai ladri per portare a termine i loro colpi. Si parla di almeno sei, sette episodi, tra furti andati a segno e tentativi invece falliti. Non pochi se si pensa a quanto sia piccola Sant’Arcangelo e che questi si sono concentrati in poco meno di una settimana. A seguito dell’intervento di Stortini, la polizia municipale, oltre a rafforzare i pattugliamenti in supporto ai militari dell’Arma dei carabinieri, ha fornito ai residenti, tramite la Pro loco, il numero diretto degli agenti in servizio, chiedendo che vengano subito avvisati in caso di situazioni sospette.

“Contestualmente – fa sapere sempre Stortini – ho sentito il vicesindaco Massimo Lagetti, che ha la delega alla sicurezza, sulla tempistica con la quale è prevista l’installazione del nuovo sistema di videosorveglianza e mi ha risposto che, ottenuti i permessi dalla prefettura, verrà installato indicativamente tra la fine primavera e l’inizio dell’estate. Questi sono i tempi burocratici necessari”. Il progetto di videosorveglianza non interesserà solo Sant’Arcangelo, ma un po’ tutto il territorio comunale: prevede l’installazione di speciali telecamere lungo le vie principali, in grado di leggere in tempo reale le targhe di tutti i veicoli in transito e individuare, così, anche auto rubate.