Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Umbria: Spoleto, carabinieri porta a porta per prevenire le truffe

  • a
  • a
  • a

Prosegue l'attività di prevenzione dei reati svolta dalla Compagnia carabinieri di Spoleto per evitare che i cittadini cadano vittime di truffe. Il periodo delle feste natalizie è sempre caratterizzato da maggiori rischi e per questo l'Arma dei carabinieri ha intensificato la presenza e l'attenzione verso i cittadini. I carabinieri della stazione di Cerreto di Spoleto, in uniforme e con auto con colori istituzionali, hanno iniziato a far visita a domicilio alle persone che vivono nelle aree maggiormente isolate e più distanti dai centri urbani per spiegare i metodi per evitare sgradite sorprese ad opera dei malviventi; attività questa che viene svolta anche da tutti gli altri Reparti della Compagnia di Spoleto su espresse indicazioni del Comando provinciale di Perugia.

 

Non solo attività preventiva ma anche e soprattutto sensibilizzazione perché i carabinieri in ogni casa consegnano un volantino contenente regole basilari da mettere in pratica, un vademecum contro le truffe maggiormente messe in atto e con raccomandazioni  per evitare di rimanere vittime di questi reati. Non bisogna dimenticare che nei casi dubbi va sempre contattato il numero unico di emergenza 112, perché è fondamentale la collaborazione con le forze di polizia.

 

 

Questa iniziativa, sottolineano dall'Arma, permette tra l’altro di interagire con le  fasce deboli, ricreando empatia e garantendo una rete di tutela improntata al dialogo e alla costante interazione con i carabinieri del posto. Anche nel 2022 sono state programmate le conferenze contro le truffe, che servono ad incrementare i contatti con i cittadini e alimentare il senso di sinergia tra le Istituzioni e le comunità per una più efficace azione di contrasto alle varie forme di criminalità. Gli incontri si terranno in tutti i comuni della giurisdizione della Compagnia di Spoleto, e saranno tenuti dal comandante, capitano Teresa Messore insieme ai rispettivi Comandanti di Stazione. Il rapporto costante con il cittadino, concludono dall'Arma dei carabinieri, rappresenta l’elemento di forza fondamentale e decisamente più efficace per il contrasto di ogni forma di criminalità, in particolare laddove le vittime si identifichino negli anziani.