Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Trasimeno, iniziati i lavori sul lungolago di San Feliciano

Nicola Torrini
  • a
  • a
  • a

Nella frazione di San Feliciano di Magione sono appena partiti i lavori di risistemazione dell’area adiacente il Museo della pesca, che comprende anche la darsena dei pescatori. Un intervento realizzato dall’Unione dei Comuni del Trasimeno, in quanto insiste su area demaniale, e che si dovrebbe concludere entro l’anno.

 

 

L’opera è finanziata per quasi 150 mila euro nel quadro dei progetti integrati Trasimeno e Tevere, approvati dall’assessorato all’ambiente della Regione Umbria, come già avvenuto per l’intervento di bonifica dell’ex depuratore di Monte del Lago e il tratto di anello ciclopedonale del Trasimeno, dall’Oasi La Valle a Montebuono, attualmente in fase di realizzazione.

 

 

“Un intervento quanto mai necessario – ha spiegato Vanni Ruggeri, assessore all’Urbanistica del Comune di Magione – per assicurare una complessiva riqualificazione estetica e funzionale dell’area, sicuramente tra le più caratteristiche e autentiche del paese, nonché cerniera di collegamento tra la passeggiata sul lungolago e l’ingresso del museo”. Il progetto prevede: la realizzazione di un’area di sosta con quindici stalli in grigliato inverdito; il miglioramento funzionale della darsena nei punti di accesso alle imbarcazioni, ripristinando le scalette in pietra; interventi sul verde e su elementi di arredo urbano; e, soprattutto, vede al centro la realizzazione di un percorso pedonale che corre lungo l’intero braccio di darsena, in grado di riconnettersi con quello già esistente, per consentire l’accesso all’area del Museo della pesca e al contempo valorizzare uno dei punti panoramici più suggestivi su Isola Polvese.

Anche la vecchia scesa in cemento, ormai ammalorata e non più in uso, sarà bonificata riprofilando il piano inclinato e proteggendone l’affaccio con una balaustra. L’assessore Ruggeri ha quindi ringraziato l’assessore regionale Roberto Morroni e il consigliere Eugenio Rondini per la costante attenzione riservata al progetto: “Un grazie, infine, all’ufficio tecnico e demanio dell’Unione dei Comuni del Trasimeno, a progettisti e maestranze, oltre ovviamente all’assessore ai lavori pubblici Massimo Ollieri e al presidente del Consiglio comunale Daniele Raspati per il costante e proficuo lavoro di squadra”.