Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Umbria: Spoleto, associazione Parenzi dona macchinario a ospedale

Rosella Solfaroli
  • a
  • a
  • a

Al reparto di Nefrologia e Dialisi dell’ospedale di Spoleto diretto da Paola Vittoria Santirosi è arrivata una centrifuga per siero che consentirà di implementare il percorso assistenziale dei pazienti candidati al trapianto di rene. A donarla sono stati i volontari dell’associazione Parenzi. “Tra le opzioni terapeutiche possibili in caso di malattia renale cronica avanzata - spiega Santirosi - il trapianto renale rappresenta il trattamento migliore in termini di sopravvivenza, qualità di vita e rapporto costo beneficio. Pertanto la filiera rene, laddove possibile, deve favorire l’implementazione del percorso di trapianto renale in modo che i pazienti candidabili a tale trattamento lo possano effettuare nel più breve tempo possibile”. Il direttore sanitario dell’Azienda Usl Umbria 2,

 

Simona Bianchi e il direttore dell’ospedale, Orietta Rossi, presenti alla cerimonia di consegna del macchinario, hanno rivolto un sentito ringraziamento al presidente, al direttivo e ai volontari dell'associazione Giovanni Parenzi, presieduta da Piero Meduri “per questa ennesima testimonianza di vicinanza, impegno civile e supporto alle attività dei professionisti della salute del San Matteo degli Infermi”, è stato il loro commento. “Implementare il trapianto di rene sia da vivente che da donatore cadavere sono tra le missioni della nostra struttura insieme al miglioramento della qualità di vita dei malati renali”, sono state le parole del direttore generale della Usl Umbria 2, Massimo De Fino.

 

 

A tal proposito il manager sanitario ha ricordato la recente esperienza estiva della dialisi turistica a Spoleto, “promossa grazie allimpegno e alla disponibilità dei professionisti – aggiunge - che ha portato a Spoleto un elevato numero di pazienti in terapia dialitica, malati che hanno potuto proseguire la terapia salvavita durante gli spostamenti per motivi lavorativi, turistici o pellegrinaggi religiosi”. Il presidente dell’associazione Piero Meduri e Cesare Antonini, in rappresentanza del direttivo, hanno voluto esprimere personalmente e a nome degli associati, apprezzamento e gratitudine a tutto il personale medico ed infermieristico del reparto di Nefrologia e Dialisi per il loro impegno e professionalità che, sotto la guida della dottoressa Paola Santirosi, hanno reso il reparto un’eccellenza del San Matteo degli Infermi.