Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ricerca contro la leucemia, i cittadini di Todi donano 540 mila euro

Elio Andreucci
  • a
  • a
  • a

 A vent’anni dalla sua scomparsa, Todi ricorda la sua giovane concittadina Emanuela Mannaioli. Un convegno organizzato dalla famiglia e dai volontari del Comitato per la vita Daniele Chianelli, associazione onlus per la cura e la ricerca su leucemie, linfomi e mielomi. L’incontro nella sala del consiglio comunale cittadino è stato voluto anche per ricordare il grande coraggio di Emanuela, che ha affrontato la sua battaglia con la malattia con forza e ottimismo, come raccontato dalla dottoressa Ilaria Capolsini e dal professore emerito Massimo Fabrizio Martelli. Ma anche per sottolineare i grandi progressi della ricerca in tema di leucemie, linfomi e mielomi con Antonio Pierini, medico e trapiantologo, e la professoressa Cristina Mecucci, direttore della Struttura complessa di Ematologia, con Trapianto di midollo osseo, dell’ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia.

Paola Perugini, della sezione di Todi, promotrice di tante iniziative, insieme a Franco Chianelli, presidente del Comitato per la vita, ha illustrato le attività dell’associazione e il prezioso contributo dei tuderti, che in 20 anni hanno raccolto circa 540 mila euro attraverso le tante iniziative di solidarietà realizzate in favore del Comitato (cene di beneficenza, vendita di stelle di Natale, uova di Pasqua e molto altro).

Un contributo fondamentale per la crescita dell’associazione, che continua a finanziare numerose borse di studio per la ricerca, sostenere economicamente i reparti di Ematologia ed Oncoematologia pediatrica, anche attraverso l’impiego di diversi professionisti e volontari, grazie ai quali il Comitato è presente ogni giorno nei reparti, a supportare pazienti e familiari. Franco Chianelli ha poi voluto ringraziare anche per il prezioso contributo di due cittadini di Todi e Massa Martana, che non ci sono più e che hanno voluto nominare il Comitato nel loro testamento: Maurizio Foglietti e Beatrice Bratti. A loro – ha sottolineato Chianelli – verranno intestati due appartamenti al residence Daniele Chianelli, struttura di 30 appartamenti che ospita, senza spese di affitto e a pochi metri dall’ospedale, bambini, ragazzi e adulti, malati di tumori infantili e tumori del sangue, insieme alle loro famiglie, per cui è in corso un ampliamento con altri 20 alloggi.

Un grande progetto di solidarietà – ha detto - in cui il contributo di Todi in questi anni è stato fondamentale”. La giornata si è conclusa con un pranzo di beneficenza.