Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, scatta il piano del Comune contro i rincari energetici

  • a
  • a
  • a

Sono scattate ieri, 1° novembre, le prime misure volte a ridurre i consumi energetici del Comune di Perugia. Si tratta di un primo pacchetto di interventi per fare fronte ai rincari che da mesi stanno mettendo alla prova anche gli enti locali. Dopo i provvedimenti operati sul bilancio lo scorso luglio in sede di assestamento, che hanno consentito di non prevedere tagli ai servizi erogati, gli uffici competenti hanno condotto approfondimenti utili a valutare possibili opportunità di contenimento energetico.

 

 

 

 

Sono state così individuate una serie di azioni sperimentali di risparmio energetico a basso impatto che andranno avanti per i prossimi dodici mesi salvo modifiche legate al variare delle condizioni di mercato. Da ieri, dunque, si è provveduto a spegnere l’illuminazione pubblica all’alba (in anticipo di un’ora) su tutto il territorio comunale. Gli impianti di riscaldamento degli immobili comunali, invece, saranno attivati a partire dal 7 novembre salvo eventuali diverse esigenze legate alle condizioni metereologiche. Al momento le temperature quasi estive stanno facilitando la situazione.

 

 

 

 

 

Ulteriori interventi riguardano l’organizzazione delle attività degli uffici e alla gestione degli immobili comunali. Si tratta di azioni volte a contrastare e ridurre l’impatto del caro bollette sul bilancio, salvaguardando comunque le esigenze di sicurezza dei cittadini e i servizi essenziali. Quanto fatto negli anni passati attraverso l’efficientamento degli impianti di illuminazione e termici e gli interventi di relamping in alcune sedi comunali, non è evidenetemente sufficiente. La questione del caro bollette sarà affrontata comunque insieme a tutti gli altri Comuni dell’Umbria nel corso di una riunione già programmata dall’Anci, l’associazione dei Comuni dell’Umbria, per il 14 novembre nella sede della Provincia di Perugia.