Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Amelia, il sindaco Pernazza a Seul durante la strage di Halloween

Antonio Mosca
  • a
  • a
  • a

Il sindaco di Amelia e presidente della Provincia di Terni, Laura Pernazza, si trovava a Seul proprio nelle ore in cui c’è stata la strage di giovani morti nella calca durante la festa di Halloween. Proprio in questi giorni, infatti, la presidente Pernazza (nella foto) si trova in Corea del Sud dove ha ricevuto il premio internazionale al World Slowness Forum sulla sostenibilità per un progetto che coinvolge 11 Comuni dell’Amerino. Il riconoscimento le è stato assegnato a Jeoniu, la capitale coreana della cultura e del buon cibo, ma la presidente sabato 29 ottobre si trovava a Seul.

“Abbiamo fatto un giro in città e verso le 22.30 siamo rientrati in hotel a pochi passi dal Municipio. Un luogo che dista un quarto d’ora dalla zona della movida dove è avvenuta la strage. Seul - racconta - è immensa e noi non ci siamo accorti di nulla. Abbiamo appreso la notizia dagli smartphone e dalla tivù. Mi sono arrivate tantissime telefonate dall’Italia da amici e familiari preoccupati per quanto era accaduto.

Domenica 30 ottobre abbiamo fatto una gita in pullman per la capitale. Non si notava nulla. Sembrava tutto normale. I grattacieli e la facciata del Comune erano illuminati come sempre. Stupisce dei coreani la grande civiltà e compostezza. Ad Amelia - conclude - spesso i miei concittadini si lamentano per la mancanza di cestini dell’immondizia. Qui non se ne vede neppure uno.  La gente porta a casa i rifiuti e per strada non si vede neppure un mozzicone di sigaretta”. Intanto il presidente sudcoreano Yoon Suk-yeol ha dichiarato il lutto nazionale dopo la tragedia avvenuta a Seul dove almeno 153 persone sono morte nella calca che si è venuta a creare mentre erano in corso i festeggiamenti di Halloween. Tra i deceduti per le vie della capitale coreana, quasi tutti giovanissimi, ci sono almeno 19 stranieri.