Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

E' morto Giampiero Raspetti, i funerali nella chiesa di San Cristoforo

  • a
  • a
  • a

Ha destato profonda impressione e cordoglio, a Terni, la notizia della morte di Giampiero Raspetti (foto), venuto a mancare a 80 anni. Insegnante al Classico di intere generazioni di studenti, fondatore dell’associazione culturale La Pagina, Raspetti era uomo di cultura a 360 gradi, col suo ultimo libro - “La terra promossa” - scritto insieme ad altri cinque autori (Carlo Santulli, Giacomo Porrazzini, Marco Ilari, Mauro Scarpellini e Roberto Ruscica) e presentato giusto un anno fa, nel novembre 2021.

L'ex docente de liceo Cornelio Tacito aveva di recente organizzato anche la mostra dedicata alla produzione di Virgilio Alterocca.

I funerali si terranno sabato 29 ottobre 2022, alle 15, a Terni, nella chiesa di San Cristoforo. In tanti ieri hanno voluto ricordarlo.

 

Numerosi i ricordi della figura di Raspetti.

“Hai dato tanto a Terni, con passione e generosità - ha detto il consigliere comunale Alessandro Gentiletti - Sei stato instancabile nel darti da fare e non rassegnarti al declino di questa città, vedendo in lei tutte le potenzialità inespresse e lavorando a tanti progetti per realizzarle. Sarà difficile portare avanti il tuo impegno e far fiorire tutto quello che hai seminato, ma abbiamo il dovere di farlo, perché la tua voce continuerà a spronarci sempre".

Per la presidente della Provincia, Laura Pernazza, il territorio perde “una personalità viva e brillante, un supporto e uno stimolo continuo. E' stato un uomo che ha dato tantissimo a Terni e a tutta la provincia grazie al suo incessante impegno nella cultura e nel sociale. Lo conoscevo personalmente e verso di lui nutrivo una grandissima stima  lo avevo incontrato recentemente in Provincia ascoltando con attenzione i suoi progetti per Terni e il territorio". 

 

Raspetti è stato anche ricordato dalle associazioni Cittadini Liberi, Pensare il Domani, Terni Valley, Interamnopolis, Pagina Facebook Salute e Partecipazione, Terni Città Universitaria che con La Pagina, hanno costituito l’Osservatorio permanente sulla sanità territoriale di Terni

"Il suo infaticabile impegno intellettuale e civile, nella scuola come nelle innumerevoli iniziative editoriali e culturali - scrivono le associazioni - ha rappresentato il tratto distintivo del suo contagioso e spassionato  amore per la nostra città e il nostro territorio. I temi della salute del cittadino, la qualità dei servizi socio assistenziali e sanitari, le tematiche relative alla centralità dell’ospedale Santa Maria di Terni e la fondamentale battaglia per il mantenimento della centralità dei servizi sanitari territoriali lo hanno visto tra i protagonisti indiscussi, anche attraverso la straordinaria e unica esperienza del mensile La Pagina. Scompare con lui un animatore culturale infaticabile e un punto di riferimento imprescindibile per le battaglie civili di progresso della nostra comunità".