Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Cena di pesce a Gubbio, dopo la bufala gli amici organizzano serata di solidarietà per i ristoratori

Euro Grilli
  • a
  • a
  • a

Stavolta la cena (in programma domani sera alle 20,15) l’hanno organizzata i clienti più affezionati del ristorante Montefeltro, la struttura che da 48 anni garantisce ottima cucina e servizio impeccabile e che è finita nell’occhio del ciclone mediatico costruito sulla presunta intossicazione alimentare a seguito di un pranzo finito male tra i soci dell’Ikuvium Big Game Fishing Gubbio.

 

Una fake news gigantesca (la Usl 1 Umbria ha smentito con un comunicato ufficiale che si siano verificati casi di intossicazione alimentare) che è rimbalzata a livello internazionale e che ha infangato il nome e l’immagine di Gubbio, della sua storia, con atti di sbeffeggiamento che hanno coinvolto la Festa dei Ceri. La cena in questione è andata sold out nel giro di poche ore e sono oltre cento le persone che hanno aderito. Il menù è straordinario: tortino di spinaci al gorgonzola, risotto con crema di zucca, pancetta croccante e granella di noci, stinco di maiale arrosto con le patate sabbiose, pasticceria secca, vino e bevande incluse. Non solo, ci sarà anche l’intrattenimento musicale curato dal maestro Cencetti e dal bravissimo Mario Rosati, un artista nel vero senso della parola che ha nel suo repertorio tutte le canzoni di Renato Zero che interpreta a modo suo. Non quindi una sterile cover come ce ne sono a centinaia in tutta Italia, ma un cantante vero che canta Renato Zero e interpreta così bene le sue straordinarie produzioni musicali al punto che ormai tutti lo chiamano Mario Zero.

 

 

La cena è stata organizzata da Sandro Marcelli, per tutti ‘l Castrino, in collaborazione con Daniela Farneti. Marcelli spiega il motivo di questa iniziativa: “Sono state dette e scritte troppe cattiverie su quanto non è accaduto, ripeto, non è accaduto durante il famigerato pranzo. Sono stati infangati il nome e l’immagine della nostra città e quello del ristorante Montefeltro, che da quasi mezzo secolo è tra i migliori e più rinomati della nostra città. Per questo motivo, per solidarietà e per senso di vicinanza e amicizia con Massimiliano e Tino, i proprietari, ho organizzato questa cena che all’inizio doveva essere limitata a una decina di persone e che ora invece ha già ottenuto oltre cento adesioni, tanto che qualcuno mi ha anche proposto di farne due”.

 

“Ma al di là di questo - conclude Marcelli - va da sé che la nostra è una iniziativa che vuole lanciare un messaggio forte a chi ha speculato in maniera meschina su fatti mai accaduti e hanno creato una colossale fake news con danni incalcolabili alla città e all’economia della stessa”. Per inciso alla cena saranno presenti anche molti dei soci dell’Ikuvium Big Game Fishing Gubbio.