Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Umbria, caro bollette: triplicate le domande per il fotovoltaico

  • a
  • a
  • a

La crisi energetica e le bollette alle stelle spingono sulle rinnovabili, in particolare sul fotovoltaico che garantisce, almeno sulla carta, un risparmio fino al 70%. Nei primi dieci mesi dell’anno le domande di allacciamento a impianti fotovoltaici da parte di imprese e privati sono triplicate rispetto allo stesso periodo del 2021. I dati sono quelli forniti da E-Distribuzione: da 985 richieste dello scorso anno si è passati alle 2.610 attuali. L’azienda elettrica ha messo in piedi una sorta di task force per accelerare sui tempi: nella quasi totalità dei casi, fanno sapere da Enel, l’iter si risolve ne i tempi previsti dalla normativa, si parla di circa 20-30 giorni. 

 

 

 

I prezzi? Per tutto il 2022, gli impianti fotovoltaici residenziali in Umbria rientrano nelle ristrutturazioni edilizie e non nelle detrazioni per il risparmio energetico. Per questo beneficiano della detrazione fiscale del 50% delle spese sostenute. Il costo è ovviamente variabile. Otovo, una delle aziende del settore, spiega nel suo sito internet che negli ultimi anni il costo di un impianto fotovoltaico in Umbria è diminuito grazie al progresso tecnologico che ha migliorato l’efficienza dei pannelli. Il prezzo complessivo di un intero sistema fotovoltaico dipende da più fattori: dalla tecnologia dei materiali usati alla potenza dei pannelli sino al tipo di installazione. In generale, il prezzo di un impianto da 3 kw si aggira intorno ai 4.480 euro mentre quello di un impianto da 6 kw si attesta sui 6.200 euro. Questi prezzi - viene specificato - includono già lo sconto del 50% per il bonus ristrutturazioni. 

 

 

 

 

In molti, tuttavia, lamentano una burocrazia troppo lenta che spesso scoraggia chi vorrebbe fare un passo così importante. Installare pannelli, accenderli, connetterli alla rete e arrivare all’obiettivo di ridurre le bollette ha tempi biblici, destinati ad allungarsi ancora. E anche la Regione ora spinge sulle rinnovabili. E’ di ieri la delibera di giunta con la quale si annuncia un potenziamento delle risorse per l’efficienza energetica e l’utilizzo, appunto, delle fonti rinnovabili. Alle risorse programmate nel 2021, un milione di euro, se ne aggiungono ulteriori due milioni e mezzo anche se per far fronte a tutte le istanze pervenute servirebbero - viene evidenziato nell’atto, più di cinque milioni di euro.