Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Scuola in Umbria, matematica e fisica: prof introvabili. A settembre graduatorie già esaurite

  • a
  • a
  • a

Introvabili. Qualcuno l’ha definita la fuga dei matematici dalle scuole perché ogni anno diventa sempre più difficile assumere insegnanti di questa disciplina. Discorso identico per i professori di informatica, meccanica, elettronica. Patrizia Basili, coordinatrice provinciale Gilda insegnanti e nella direzione nazionale del sindacato, spiega che a fine settembre erano già esaurite le graduatorie provinciali per le supplenze in matematica e fisica nei licei, con cinque incarichi annuali non assegnati in provincia di Terni e un incarico non assegnato in provincia di Perugia. Stessa sorte a Terni per matematica e scienze nelle scuole di primo grado, con due incarichi annuali non assegnati.

 

 

 

 

 

Esaurite anche le graduatorie di elettronica e di informatica. In questi casi gli incarichi vengono attribuiti direttamente dalle scuole, se necessario anche ad aspiranti non iscritti in graduatoria ma che hanno mandato una messa a disposizione e può accadere anche che vengano assunti supplenti senza il necessario titolo di studio, magari ancora studenti universitari.
“La legge 79 del giugno scorso per l’attuazione del Pnrr - spiega Basili - ha cercato di ovviare alla carenza di docenti in queste discipline Stem, allargando l’insegnamento di matematica e scienze e di matematica nei tecnici e professionali ad altre classi di laurea, per esempio ingegneria, e riducendo i requisiti in termini di Cfu. Purtroppo - aggiunge - l’effetto di questo ampliamento si potrà apprezzare solo dal prossimo rinnovo delle graduatorie provinciali supplenze, previsto per il 2024, e comunque non riguarderà la matematica e fisica nei licei. Credo che l’orientamento degli studenti verso la didattica di queste discipline debba essere già promosso a partire dalle nostre facoltà universitarie - spiega ancora Basili - e comunque è certo che solo con una maggiore valorizzazione professionale e retributiva dell’insegnamento si possa incentivare l’orientamento dei neolaureati verso questa professione”.

 

 

 

 

 

 

Ma a mancare non sono soltanto i prof. Un interpello, a livello regionale, è stato anche inoltrato per cercare un dirigente scolastico per l’Istituto comprensivo Foligno 4 (Gentile), incarico ricoperto in via provvisoria, sino al 10 gennaio, dal preside del Capitini di Perugia, Silvio Improta. E c’è carenza di docenti di religione. Non a caso negli ultimi anni stanNo crescendo gli iscritti all’Istituto superiore di Scienze religiose di Assisi, diretto da suor Roberta Vinerba e collegato con la facoltà di Teologia della Pontificia Università Lateranense.