Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Sedici fucili, due pistole e mille munizioni in casa: denunciati madre e figlio

  • a
  • a
  • a

Sedici fucili, due pistole e più di mille munizioni. E’ il maxi sequestro compiuto lunedì 3 ottobre 2022 dai carabinieri di Cascia, in provincia di Perugia, che, nell’ambito di una girandola di controlli disposti dal capitano Simone Alfano a carico delle persone che detengono armi, hanno eseguito un doppio blitz a casa di mamma e figlio residenti nel territorio comunale. Il controllo è iniziato dal figlio e nella sua abitazione sono state inizialmente rinvenute più di mille munizioni di vario calibro, ma comunque tutte destinate alla caccia. Cartucce e pallettoni sono risultati illegalmente detenuti dall’uomo, che però in casa non aveva le armi. Da qui la decisione di procedere al controllo anche dell’abitazione in cui risiede la mamma, che si trova poco distante da quella del figlio. Qui i militari dell’Arma hanno trovato il resto dell’arsenale. Sì, perché la donna aveva in casa due pistole e sedici fucili, quattro dei quali sono risultati custoditi male, mentre i restanti dodici, al pari delle due pistole, non si trovavano dove avrebbero dovuto. I carabinieri hanno contestato alla donna pure l’omessa denuncia alle autorità della variazione del luogo di detenzione. Nell'abitazione della signora, inoltre, gli uomini del capitano Alfano hanno anche proceduto al sequestro di altre 250 munizioni, pure queste detenute illegalmente. Al termine dei controlli nelle due abitazioni, per mamma e figlio è scattata la denuncia alla Procura di Spoleto con l'accusa di detenzione abusiva di armi. Fucili, pistole e munizioni sono stati naturalmente posti sotto sequestro. C.F.