Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Foligno, novantamila presenze ai Primi d'Italia

  • a
  • a
  • a

Quarantamila persone nella sola giornata di domenica 2 ottobre ultima giornata del festival, che sommate a quelle accorse a Foligno tra sabato e venerdì porta a ben 90mila le presenze registrate dalla 23esima edizione de I Primi d’Italia.

 

 

Un grande risultato, a maggior ragione se si pensa che il primo giorno del festival, giovedì 29 settembre, sulla città si era rovesciato un vero e proprio nubifragio che ha costretto a ridimensionare alcuni tra gli appuntamenti che erano in programma quella sera. “Il festival de I Primi d’Italia chiude con il migliore dei risultati – ha commentato Aldo Amoni, presidente della società organizzatrice Epta Confcommercio –. Siamo molto soddisfatti così come lo sono tutti coloro che hanno preso parte alla manifestazione. Per farsi un’idea bastava vedere le lunghe file davanti agli undici villaggi del gusto, ai mercatini e allo street food. Addirittura, tre villaggi hanno dovuto interrompere temporaneamente il servizio per mancanza di alimenti”. Sold out, inoltre, il pranzo con i 44 Gatti, per la felicità dei 309 bambini che hanno partecipato ai corsi di mani in pasta e potuto incontrare i protagonisti della serie animata record di ascolti targata Rainbow. 

 

 

“Abbiamo avuto un grande successo per il concerto dei Cab2, gruppo storico della generazione beat degli anni Sessanta – ha poi ricordato Amoni –, e per quello dei Cinquantini. Non da meno la sera precedente la grande esibizione dei 900 Swing Italiano. Siamo molto orgogliosi, poi, di aver premiato due grandi personaggi, il professore Massimo Fabrizio Martelli, ematologo di fama internazionale, e l’architetto e designer Stefano Chiocchini, Compasso d’oro Adi per il design. Tutto il ricchissimo programma si è svolto regolarmente e ogni appuntamento ha avuto risultati eccellenti”.