Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Orvieto, canili non in regola con le normative: multe per 9mila euro

  • a
  • a
  • a

Giro di vite dei carabinieri forestali nei confronti di chi detiene animali in maniera non conforme con quello che prevedono le normative di legge sulla materia. Nelle scorse settimane è stata compiuta una serie di controlli, nell’ambito dell’attività di polizia venatoria portata avanti in particolare nel territorio dell’Orvietano, nel Ternano, sin dall’agosto del 2022, impegnati i militari della stazione carabinieri forestale di Allerona, sempre in provincia di Terni.

 

 

Sono così venute alla luce irregolarità varie, che hanno portato alla redazione di 47 verbali amministrativi, per un importo complessivo di circa 9.000 euro a carico di cinque persone, titolari di canili e detentori dei cani.  I controlli – fa sapere il Comando regionale dell'Umbria dei carabinieri forestale in una nota – sono stati incentrati in vari canili privati ad uso ludico-sportivo nei comuni di Ficulle e Monteleone di Orvieto, entrambi in provincia di Terni.

In tutto sono stati controllati quattro canili che ospitano 120 cani, per la maggior parte utilizzati per l’attività venatoria dalle squadre di caccia al cinghiale.

 

“Le irregolarità – spiegano i carabinieri forestali – hanno riguardato in due casi la mancanza della prescritta autorizzazione sanitaria del canile, nonché la mancata identificazione e registrazione all’anagrafe canina di 35 cani e l’omessa comunicazione al servizio veterinario dello smarrimento, morte e cessione di 10 cani”.