Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, 22enne denuncia: "Stuprata dal titolare della discoteca nel suo ufficio"

Francesca Marruco
  • a
  • a
  • a

Una ragazza ha denunciato di essere stata stuprata dal titolare di una discoteca in provincia di Perugia. Ma lo stesso uomo, nella giornata di ieri, è stato denunciato anche da altre ragazze che hanno raccontato di aver subìto palpeggiamenti e approcci da parte del 53enne che risulta quindi indagato per violenza sessuale per fatti di diversa gravità. Una delle ragazze infatti, una 22enne originaria della provincia di Siena, alle prime luci dell’alba di ieri mattina è stata portata in ambulanza al Santa Maria della Misericordia dopo aver raccontato di essere stata stuprata dall’uomo nel suo ufficio durante la nottata in discoteca. Secondo quanto emerge dal racconto di diversi testimoni presenti all’interno del locale e ascoltati ieri dai carabinieri nel corso della giornata, la ragazza avrebbe accusato un malore attorno alle tre di notte. Sarebbe stata accompagnata fuori una prima volta da un agente della vigilanza privata. Una volta rientrata nel locale, avrebbe nuovamente accusato dei malesseri e sarebbe nuovamente uscita all’esterno. Il ragazzo della security a quel punto l’avrebbe invitata ad andare via visto che non stava bene. Ma, secondo quanto raccontato, a quel punto il proprietario - con cui nel corso della serata la ragazza è stata vista chiacchierare e scherzare - l’avrebbe invitata a rientrare nel locale e l’avrebbe portata nel suo ufficio, dietro il bancone del bar.

 

 

Dopo un po ‘ di tempo, non vedendola tornare, i suoi amici sono andati a cercarla. Una volta uscita dall’ufficio la ragazza avrebbe quindi raccontato alla sua comitiva che quell’uomo l’aveva stuprata. Dopo il racconto sono seguiti momenti di tensione perché gli amici della giovane hanno tentato di raggiungere il titolare della discoteca per picchiarlo, messo al riparo dalla security. Non senza problemi, gli addetti della vigilanza hanno fatto defluire tutti fuori dal locale, e anche fuori dal cancello. In quei frangenti qualcuno avrebbe anche tirato delle bottiglie contro la struttura. Attorno alle sei di mattina è arrivata una pattuglia dei carabinieri che ha preso in consegna la ragazza. Lei, dopo aver raccontato tutto in lacrime, si era chiusa in un’automobile. Sul posto è arrivata anche un’ambulanza che ha prelevato la giovane e l’ha portata in ospedale a Perugia. Una volta ricoverata è stata sottoposta a tutti gli accertamenti che vengono fatti in casi di denuncia per stupro e, dalle prime risultanze, ci sarebbe compatibilità tra il racconto della giovane e gli esiti degli accertamenti.

 

 

La Procura ha anche disposto il sequestro degli indumenti della presunta vittima e gli esami tossicologici per escludere assunzione non volontaria di sostanze stupefacenti. Nel corso della giornata di ieri poi anche altre ragazze hanno sporto denuncia contro lo stesso uomo per molestie sessuali che sarebbero avvenute sabato notte, anche in questo caso nel locale di sua proprietà. Altre donne formalizzeranno denunce simili nelle prossime ore. Per tutta la giornata di ieri i carabinieri - coordinati dal pm di turno, Mario Formisano in stretto raccordo con il procuratore capo di Perugia, Raffaele Cantone - hanno ascoltato testimoni presenti al momento del fatto in discoteca. Alcuni dei militari sono rimasti tutto il tempo accanto alla ragazza portata via in ambulanza che, una volta terminati gli accertamenti, ha sporto denuncia da un letto d’ospedale. Fino a ieri sera nessun provvedimento restrittivo era stato disposto nei confronti dell’uomo.